Politica | 20 settembre 2021, 12:36

Crosetto a Torino dice basta al "poltronificio" in Finpiemonte: "Sua mission sia come CdP"

Il fondatore di FdI per un evento sul lavoro: "Finpiemonte non può avere come compito di salvare ciò che è decotto"

Crosetto a Torino dice basta al "poltronificio" in Finpiemonte: "Sua mission sia come CdP"

Finpiemonte smetta di essere un "poltronificio" e diventi, per la nostra regione, qualcosa di più di Cassa Depositi e Prestiti. È questo il messaggio che ha voluto lanciare il fondatore di Fratelli d'Italia Guido Crosetto, questa mattina davanti allo stadio Olimpico per un evento dedicato al lavoro organizzato dal suo partito. La partecipata della Regione si occupa di erogare finziamenti a tasso agevolato, così come di progetti europei. 

"Finpiemonte non può salvare ciò che è decotto" 

Per Crosetto "Finpiemonte non può avere come compito di salvare ciò che è decotto. La sua mission deve essere quella, per esempio, dei fondi che hanno quelli di Cassa Depositi e Prestiti, rischiare dove le banche non rischiano, valutare i progetti, attirare aziende da fuori regione per creare l'humus. Deve avere avere l'obiettivo di fare crescere le aziende tecnologicamente più avanzate  e di attirare da fuori mettendo come amministratori persone prese dal mercato, che significa anche pagarle molto di più di quanto paghi i politici".

"Nomine fatte per competenza, non su amicizia" 

Quanto agli amministratori, il politico di centrodestra ha sottolineato "tu non puoi avere Finpiemonte costruita come 25 anni fa, avendo nomine fatte perché sei amico e non su competenza. Ed il primo che deve dare l'esempio è il centrodestra. Nominare qualcuno per dargli qualche decine di migliaia di euro l'anno per non fare nulla equivale a  buttare i soldi".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche: