Il Nazionale

Politica | 02 aprile 2024, 16:05

Inquinamento in Val Bormida, l’assessore regionale Giampedrone: “Nessuna criticità sui parametri di benzopirene nella zona”

In Regione l’interrogazione del consigliere Arboscello (PD): “Non basta accontentarsi, tutte le indagini dimostrano un incremento dell’incidenza delle malattie”

Inquinamento in Val Bormida, l’assessore regionale Giampedrone: “Nessuna criticità sui parametri di benzopirene nella zona”

C’è un rischio inquinamento in Val Bormida? Stando alle parole dell’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, pare di no.

E pare anche che i parametri siano in linea con le norme, talvolta anche inferiori alle soglie previste.

L’argomento è stato trattato durante l’ultima seduta del consiglio regionale con l’interrogazione presentata dal consigliere Roberto Arboscello (PD) in relazione ai valori di benzopirene nell’aria rilevati dalle centraline installate nel territorio comunale di Cairo Montenotte.

Inoltre il consigliere ha chiesto delucidazioni alla Regione in merito alle eventuali correlazioni tra i dati rilevati dalle centraline e quelli rilevati dal monitoraggio in continuo delle emissioni nelle giornate segnalate.

“Esiste un piano di azione per la Val Bormida che prevede l’installazione dei rilevatori sui canini per un sistema di monitoraggio costante delle emissioni - ha risposto l’assessore Giampedrone - al momento non esistono correlazioni evidenti tra i dati e quelli misurati dallo SME, il parametro di benzopirene non ha mostrato criticità nella zona, è sempre risultato conforme alle norme dal 2011 a oggi, molto spesso anche al di sotto della soglia. Nel 2023 ha superato il valore obiettivo, ma mostra una diminuzione del valore medio annuale della concentrazione generale con valori più bassi di quelli del 2019”.

“Non basta accontentarsi - ha ribattuto Arboscello - saranno diminuiti i valori rispetto al 2022, ma tutte le indagini dimostrano un incremento dell’incidenza delle malattie e bisogna considerarlo. Chiedo alla giunta un ulteriore impegno per il territorio contro alcune decisioni di aziende presenti sul territorio”.

Stando a quanto indicato da Arboscello nel testo dell’interrogazione, pare che in Procura sia stato aperto un nuovo fascicolo per inquinamento ambientale.

Pietro Zampedroni

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: