Il Nazionale

Politica | 06 dicembre 2023, 08:18

Monaco avvia una politica nazionale per l'inclusione delle persone con disabilità

Lanciata l'iniziativa "Je suis prêt" per fare del Principato una terra d'eccellenza in materia di inclusione della disabilità

Monaco avvia una politica nazionale per l'inclusione delle persone con disabilità

Il Consigliere di Governo-Ministro degli Affari Sociali e della Sanità, Christophe ROBINO, alla presenza del Ministro di Stato, della Presidente del Consiglio Nazionale, dei membri del Governo Principesco, numerose personalità e associazioni monegasche, ha annunciato l'avvio di una politica nazionale per l'inclusione delle persone con disabilità nel Principato. 

Era presente anche Sophie CLUZEL, Segretaria di Stato per le persone con disabilità dal 2017 al 2022, sotto la prima presidenza del Presidente Emmanuel Macron. Invitata a prendere la parola, ha voluto menzionare il suo sostegno per una «società inclusiva» per le persone con disabilità e una strategia per la disabilità portata al più alto livello, che coinvolge tutte le componenti della società. Perché la disabilità riguarda tutti.

Il Consigliere di Governo-Ministro degli Affari Sociali e della Sanità ha designato Lionel GALFRE, Consigliere tecnico incaricato delle persone in situazione di handicap, per condurre questa politica al Dipartimento degli Affari Sociali e della Sanità.

La politica nazionale per l'inclusione delle persone con disabilità riguarda nove settori d'azione:

1. sensibilizzazione della popolazione a tutti i tipi di disabilità; 

2. Istruzione e formazione; 

3. Occupazione e lavoro; 

4. Alloggio e costruzione; 

5. La mobilità e l'accessibilità; 

6. Accompagnamento e assistenza; 

7. l'accesso allo sport, alla cultura e al tempo libero;

8. Far conoscere ciò che esiste e ciò che viene realizzato in materia di disabilità;

9. Riconoscimento a livello internazionale.

Lancio dell'iniziativa «Je suis prêt» (sono pronto) e un'identità visiva decisamente modernizzata.

Per fare di Monaco una terra d'eccellenza in materia di inclusione della disabilità, il il governo propone un patto a tutti gli attori della società, destinato a far sì che ciascuno «sia pronto». Pronto a ricevere, accogliere, comprendere, reclutare, educare, formare, lavorare con persone con disabilità.

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: