Il Nazionale

Politica | 09 luglio 2024, 12:10

Carenza di personale nelle Asl liguri, la Regione proroga le graduatorie per le assunzioni

Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità la proposta di legge bipartisan che estende la ricerca anche ad “altre professioni sanitarie”, prima era limitata ai soli operatori socio sanitari

Carenza di personale nelle Asl liguri, la Regione proroga le graduatorie per le assunzioni

Un primo tassello per porre rimedio a una delle maggiori criticità del sistema sanitario ligure: la carenza di personale. Un tema che tiene banco da Ponente a Levante, dai piccoli ai grandi centri, e che quotidianamente mette cittadini e pazienti davanti alle ormai note problematiche nell’accesso ai servizi di una sanità pubblica in netta difficoltà.

Regione Liguria inizia a mettere una prima toppa e lo fa approvando all’unanimità in consiglio la proposta di legge bipartisan “Proroga graduatorie servizio sanitario regionale”, presentata dal proponente Giovanni Pastorino (Linea Condivisa), firmata da Fabio Tosi (M5S) e Brunello Brunetto (Lega) e poi sostenuta anche dagli altri gruppi. Il documento era già stato approvato all’unanimità dalla seconda commissione dello scorso 1° luglio.

L’articolo 1 recita testualmente “Al fine di consentire l’efficace espletamento delle procedure di reclutamento del personale, in un’ottica di economicità e celerità delle medesime e in considerazione delle necessità che ha la sanità ligure, è prorogata l’efficacia delle graduatorie a tutt’oggi vigenti per il profilo di operatore socio sanitario e di altre professioni sanitarie” cancellando la versione precedente che vedeva la dicitura “approvate nell’anno 2022, limitatamente ai profili professionali di operatore sociosanitario”.

All’articolo 2 si fa riferimento alla validità di un anno di quanto specificato nel precedente punto, mentre l’articolo 3 recita che “dall’attuazione della presente legge non derivano nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio regionale”.
Ho trovato una condivisione e un ragionamento comune - ha detto Pastorino nell’esporre la proposta di legge - questo documento dà la possibilità di programmare altri concorsi che possano espletare la loro efficacia”.
Per il cofirmatario Brunetto “è una questione di rispetto di chi è in lista d’attesa e per chi è in graduatoria”.

Pietro Zampedroni

Commenti