Il Nazionale

Politica | 22 settembre 2022, 12:45

Elezioni 25 settembre: ecco le istruzioni per il voto

Per la prima volta si voterà per 400 deputati anziché 630 e per 200 senatori anziché 315. Un'altra novità è rappresentata dall'abolizione del limite di età minimo per votare al Senato

Elezioni 25 settembre: ecco le istruzioni per il voto

Volata finale per la campagna elettorale che conduce alle elezioni politiche del 25 settembre, la prima tornata che eleggerà un Parlamento ridotto nei numeri dalla riforma costituzionale del 2020: si voterà per 400 deputati anziché 630 e per 200 senatori anziché 315.

Un'altra novità è rappresentata dall'abolizione del limite di età minimo per votare al Senato: domenica prossima, infatti, tutti gli aventi diritto con 18 anni di età potranno votare oltre che per la Camera dei Deputati anche per scegliere coloro che dovranno sedere a Palazzo Madama. Per tale voto, in passato, bisognava attendere di aver compiuto il 25esimo anno di età.

Le istruzioni per il voto

Si voterà domenica 25 settembre, dalle 7.00 alle 23.00, nel proprio Comune di residenza. Chi si dovesse trovare già nel seggio allo scoccare dell’orario di chiusura sarà comunque ammesso al voto.

Quali documenti serviranno? La tessera elettorale (che dovrà avere almeno uno spazio per il timbro del voto) oltre ad un documento di identità recante una fotografia.

Le schede per votare saranno due: rosa per la Camera dei Deputati e gialla per il Senato.

Il voto si esprime nello stesso modo su entrambe le schede: sarà necessario tracciare una sola X sul nome del candidato al collegio uninominale (in questo caso il voto sarà esteso anche alla lista che lo sostiene e se sostenuto da una coalizione, si estenderà proporzionalmente ai partiti che ne fanno parte),  sul simbolo del partito scelto (in questo caso il voto sarà esteso anche al candidato uninominale); sia sul simbolo del partito scelto, sia sul relativo candidato all’uninominale; sull’elenco dei candidati al plurinominale, ma non si potrà votare per uno solo di questi poiché le liste sono bloccate.

Non sarà valido il cosiddetto voto disgiunto, quindi non sarà possibile mettere una X su un candidato e un’altra su un partito diverso da quel candidato. Non si potranno inoltre esprimere preferenze.

Altri segni sulla scheda porteranno all'annullamento del voto. La scheda potrà essere annullata facendo più di una X (tranne che nei casi consentiti), facendo altri segni diversi da una X e scrivendo qualsiasi cosa sulla scheda.

Il voto risulterà nullo anche qualora la scheda venisse lasciata in bianco.

Redazione

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: