Cronaca | 14 ottobre 2021, 07:11

Val Roya ostaggio del semaforo di Trucco: Anas conferma la rimozione a gennaio, intanto arrivano i soldi di Monaco

La prossima settimana la Regione firmerà il decreto che farà arrivare 500mila euro a Ventimiglia, 150 ad Airole e Dolceacqua e 100mila a Olivetta e Camporosso. Ma rimane l'incognita della strada a Trucco.

Val Roya ostaggio del semaforo di Trucco: Anas conferma la rimozione a gennaio, intanto arrivano i soldi di Monaco

L’Anas conferma la rimozione dell’impianto semaforico entro fine gennaio prossimo mentre, tra pochi giorni arriveranno i soldi relativi alla donazione del Principato di Monaco ai cinque comuni a cui era indirizzata.

Queste le novità relativi ai problemi della Statale 20 del Colle di Tenda che, da alcuni giorni abbiamo evidenziato partendo dal servizio redatto in occasione dell’anniversario della tempesta ‘Alex’. L’Anas, infatti, ha confermato nelle scorse ore alla Regione, di essere pronta a rimuovere il semaforo tra Trucco e Airole tra tre mesi e mezzo, ma di proseguire con i lavori fino a luglio 2022.

Una informazione che, però, come sottolineato anche dai Sindaci della Val Roya sembra che difficilmente possa trovare conferma, visto che lavori in galleria a parte, sembra difficile che si riesca a ripristinare il tratto di strada crollato sotto la tempesta dell’anno scorso, entro il primo mese del prossimo anno.

Intanto dalla Regione viene confermato che, al termine di una lunga e complessa procedura burocratica, sono pronti i soldi della donazione fatta dal Principato di Monaco per i cinque comuni. E’ prevista infatti per la prossima settimana la firma del decreto che distribuirà le risorse a Ventimiglia (500mila euro), Airole (150mila), Olivetta San Michele (100mila), Camporosso (100mila) e Dolceacqua (150mila), secondo la tabella di riparto individuata dal Principato di Monaco, senza seguire la graduatoria della gravità dei danni.

Una bella boccata d’ossigeno per i cinque comuni interessati dalla donazione del Principato anche se, per quanto riguarda Olivetta San Michele e Airole, non cambia la posizione di residenti e aziende del territorio, per la preoccupazione relativa al transito della Statale 20. Nelle ultime ore, infatti, abbiamo pubblicato le loro rimostranze, compresa la lettera del Sindaco Adriano Biancheri al Presidente della Regione.

Dopo aver preso visione della situazione in Val Roya, infatti, l’unico problema rimane il semaforo di Trucco e il relativo crollo della strada. In territorio francese, invece, come documentato dal nostro servizio di alcuni giorni fa la strada è perfettamente percorribile e mancano solo alcuni lavori per terminare gli interventi, fino a Tenda. Manca ovviamente quello principale, relativo al colle, ma riguarda un discorso italo-francese che si prevede lungo e tortuoso.

I residenti di Airole e Olivetta, ma sicuramente anche i francese della valle, si augurano che effettivamente il semaforo venga rimosso dopo 4 anni ma che, anche la strada tra Trucco e la galleria sia percorribile in doppio senso come una volta. Il tutto magari con la massima sicurezza, visto che il Roya come ci ha insegnato l’anno scorso… non perdona.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche: