Politica | 31 luglio 2020, 16:53

Difesa della costa: 6 milioni di euro per 9 interventi in 7 comuni, 1,5 mln a Cervo e San Lorenzo al Mare

Il Presidente Toti: “Dal 2018 stanziati 300 milioni per imprese, somme urgenze e per aumentare la resilienza del territorio”

Difesa della costa: 6 milioni di euro per 9 interventi in 7 comuni, 1,5 mln a Cervo e San Lorenzo al Mare

Regione Liguria ha stanziato 5 milioni e 898mila euro di fondi di Protezione civile, provenienti dalla struttura commissariale di gestione dell’emergenza mareggiata 2018 del commissario Giovanni Toti, per 9 interventi di difesa della costa, di contrasto all’erosione e di incremento della resilienza in 7 comuni. Si tratta di interventi che vanno a recuperare e migliorare la difesa dall’azione del mare rispetto ai danni causati dall’eccezionale mareggiata che colpì la Liguria nell’autunno 2018.

“Con questo stanziamento – spiegano il Commissario e presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – raggiungiamo la quota record, mai vista prima, di 300 milioni investiti sul territorio dall’ottobre 2018, tra somme urgenze, ristori dei danni a privati e imprese e, come in questo caso, opere di riduzione del rischio e potenziamento della capacità di resilienza. Abbiamo fatto nostro un concetto che prima non esisteva e che, applicato, permette non solo di migliorare le difese, ma anche la qualità della vita in termini di sicurezza. Si tratta infatti – spiegano – di opere che vanno a difendere le case, gli esercizi commerciali e le attività produttive costiere, le persone e le infrastrutture. Con questo stanziamento chiudiamo la programmazione sul fronte difesa del suolo di questo mandato mettendo sul piatto soldi disponibili subito”.

I 2 interventi della nostra provincia riguardano:
Comune di San Lorenzo al mare (700mila euro)
Intervento di messa in sicurezza mediante completamento dell’intervento di difesa costiera

Comune di Cervo
- Darsena: realizzazione di banchinamento di protezione sulla linea di riva, protezione antemurale di circa 60 metri a presidio della parte centrale della barriera; nuovo accesso alla Darsena e molo di chiusura a Ponente (590mila euro)
. Posizionamento di doppia fila di massi sul piano superiore esterno della diga sottoflutto attualmente dissestata (194mila euro)


“I quasi sei milioni stanziati oggi – aggiungono Toti e Giampedrone – rappresentano la miglior chiusura possibile del mandato su un fronte, quello della lotta al dissesto, su cui ci siamo impegnati fin dal primo giorno, e sul quale abbiamo lavorato senza sosta raggiungendo risultati senza precedenti anche di fronte a eventi tragici e di portata storica come appunto la mareggiata del 2018, la più devastante che avesse colpito la Liguria negli ultimi cinquant’anni. Oltre a questo – concludono – per il 2021 e quindi per la prossima Giunta e legislatura sono già disponibili circa 100milioni di euro sempre sul fronte della difesa della costa”. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: