Il Nazionale

Politica | 29 febbraio 2024, 12:34

Sanremo: interpellanza su valle Armea una settimana prima dell’incidente costato la vita a ‘Tadi’. Artioli: “Il Comune non poteva non sapere”

Il venerdì prima il consigliere comunale aveva depositato un documento per chiedere lumi in merito al “deflusso in sicurezza degli alunni delle scuole site nel Mercato dei Fiori verso la fermata del bus sulla via Aurelia”

Sanremo: interpellanza su valle Armea una settimana prima dell’incidente costato la vita a ‘Tadi’. Artioli: “Il Comune non poteva non sapere”

I dati documentali che ho in mano dimostrano che l’assessore Massimo Donzella, che avrebbe detto alla stampa di non essere stato a conoscenza di segnalazioni in merito alla pericolosità dell’accesso alle scuole, ha riferito circostanza non vera”.

Non fa giri di parole il consigliere comunale Andrea Artioli (Forza Sanremo) nel puntare il dito contro l’amministrazione comunale e, in particolare, contro l’assessore ai Lavori Pubblici dopo le dichiarazioni riferite in conferenza stampa a seguito dell’incidente mortale costato la vita al 17enne Mohtadi Doukhani, morto schiacciato da un camion mentre raggiungeva l’istituto ‘Ruffini-Aicardi’ al Mercato dei Fiori di valle Armea. La sorella 15enne, invece, ha riportato gravissime ferite su tutto il corpo, tanto da essere finita per 12 ore sotto i ferri rischiando di rimanere paralizzata.

Il Comune, per voce dell’assessore Donzella, ha dichiarato di non essere a conoscenza del passaggio dei ragazzi sulla bretella teatro della tragedia e che l’incidente sia stato provocato da una “coincidenza nefasta”.

Artioli, per contro, brandisce i documenti che dimostrano come lo scorso 16 febbraio, una settimana esatta prima dell’incidente, abbia depositato in Comune una interpellanza proprio per chiedere lumi e un intervento in merito alla sicurezza dell’accesso alla scuola di valle Armea. “Il 16 febbraio ho trasmesso una mia interpellanza, ricevuta il 15, avente a oggetto ‘il deflusso in sicurezza degli alunni delle scuole site nel Mercato dei Fiori’ - dice Artioli - ritengo non corretto da parte di un assessore riferire alla stampa circostanze non vere”.

L’oggetto dell’interpellanza, numero di protocollo 16894, recita testualmente: “Interpellanza del Consigliere Artioli (Forza Sanremo) riguardante il deflusso in sicurezza degli alunni delle scuole site nel Mercato dei Fiori verso la fermata del bus sulla via Aurelia”.

Un documento che va quindi ad aggiungersi agli articoli di giornale e alle testimonianze che dimostrano come la pericolosità della convivenza tra alunni e mezzi pesanti nei dintorni del Mercato dei Fiori fosse cosa nota ormai da tempo.

Durante la conferenza stampa successiva all’incontro con famiglie, studenti e istituto ‘Ruffini-Aicardi’ l’assessore Massimo Donzella aveva dichiarato: “Non era noto che ci fossero ragazzi che passavano su quella bretella. In quel tratto è vietato al transito per i mezzi superiori ai 10 metri, c'è la segnaletica verticale. I ragazzi sono passati su quella bretella, ma lì vicino c'è il marciapiede, un percorso in totale sicurezza dedicato e protetto che porta alla ciclabile in assoluta sicurezza. Sono state due coincidenze nefaste. Siamo tutti addolorati, ma non pensiamo che ci siano rilievi da fare nei confronti dell’amministrazione”.

Nei giorni successivi all’incidente studenti, famiglie e insegnanti avevano manifestato nella zona tra la bretella e l’istituto proprio per chiedere maggiore sicurezza anche alla luce delle ultime novità sulle dinamiche di viabilità in zona.

Il Comune, dal canto suo, è corso ai ripari annunciando una serie di interventi nel nome della sicurezza tra nuove fermate dei bus in prossimità della scuola e un servizio di vigilanza all’ingresso e all’uscita degli alunni. Inoltre, sempre per voce dell’assessore Donzella, sono stati garantiti interventi per 3 milioni di euro in modo da rendere maggiormente sicura la viabilità alla luce della coesistenza di alunni e mezzi pesanti.

Pietro Zampedroni

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: