Il Nazionale

Cronaca | 10 agosto 2022, 08:08

Praia: la polizia arresta due giovanissimi. Uno di loro aveva in mano una pistola pronta all'uso

Il secondo, che ha appena 21 anni, era stato condannato in via definitiva a 2 anni di reclusione per la sparatoria avvenuta nel luglio 2021 in Via Maggiora

Praia: la polizia arresta due giovanissimi. Uno di loro aveva in mano una pistola pronta all'uso

Qualche giorno fa, nel corso di un’attività di Polizia Giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Asti, la Squadra Mobile della Questura di Asti – 1^ Sezione - Criminalità organizzata e straniera, ha tratto in arresto due soggetti all’interno del noto quartiere Praia.

Il primo soggetto è un diciannovenne, già noto alle Forze dell’Ordine, che è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, in aggravamento della precedente misura cautelare degli arresti domiciliari. Il tutto motivato dal fatto che il soggetto, non solo era stato trovato in compagnia di diverse persone all’interno dell’abitazione in cui era ristretto ai domiciliari, in spregio a quanto disposto dal Giudice, ma anche in ragione del fatto che, mentre era ai domiciliari, solamente due mesi fa, era stato tratto in arresto, sempre dagli investigatori della Squadra Mobile, poiché gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il secondo soggetto, un ventunenne già noto alle cronache, in quanto condannato dal Tribunale di Asti, con sentenza non definitiva, ad anni 2 di reclusione e 3000 euro di multa in relazione alla sparatoria avvenuta nel luglio 2021 in Via Maggiora ad Asti, è stato arrestato in flagranza di reato, in quanto colto, all’interno dell’abitazione del sopraindicato soggetto ristretto ai domiciliari, con in mano una pistola carica e pronta all’uso, nonché con l’altrettanto pronta disponibilità di ulteriori numerose munizioni.

In relazione a quest’ultimo soggetto, su richiesta della Procura della Repubblica di Asti, l’arresto è stato convalidato dal G.I.P., che ha contestualmente disposto per l’indagato la misura della custodia cautelare in carcere.

Redazione

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: