Politica | 25 settembre 2021, 07:05

Sanremo: parcheggi a pagamento in via Anselmi, interpellanza dei Consiglieri di Fratelli d'Italia

Luca Lombardi e Federica Cozza chiedono se l’Amministrazione intende prendere in considerazione la possibilità di riportare allo stato precedente i parcheggi di via Anselmi e ripristini i parcheggi destinati alla sosta di moto e scooter

Sanremo: parcheggi a pagamento in via Anselmi, interpellanza dei Consiglieri di Fratelli d'Italia

Dopo la decisione dell’Amministrazione comunale di Sanremo di trasformare tutti i parcheggi a sosta libera che si trovano in via Anselmi in parcheggi a pagamento oltre che cancellare più della metà dei parcheggi destinati a moto e scooter, i Consiglieri di opposizione Luca Lombardi e Federica Cozza (Fratelli d’Italia), ha presentato un’Interpellanza a Sindaco e Giunta.

Nella missiva viene evidenziato come via Anselmi sia in una zona molto frequentata e trafficata proprio perché nelle sue vicinanze sorgono strutture che offrono diversi servizi pubblici ai cittadini, come il palazzo del Comune, il liceo Cassini e la vicina scuola media Pascoli, il Commissariato di Polizia o come le palestre pubbliche di Villa Ormond.

“La modifica del piano dei parcheggi in via Anselmi – dicono i due esponenti di opposizione - ha creato non pochi disagi ai fruitori degli stessi, in particolare agli studenti che ora rischiano di incorrere in multe per posteggi non regolari, e al personale docente e non docente al quale, in orario di lavoro, non viene garantito un posteggio gratuito anche perché le due scuole non possiedono un’area privata sufficientemente ampia, ma anche ai dipendenti del Comune o ai ragazzi che frequentano le palestre”

Luca Lombardi e Federica Cozza chiedono se l’Amministrazione intende prendere in considerazione la possibilità di riportare allo stato precedente i parcheggi di via Anselmi e ripristini i parcheggi destinati alla sosta di moto e scooter: “Anche in considerazione del fatto che le entrate provenienti dai nuovi parcheggi a pagamento, istituiti in numero esiguo, forse non compensano il disagio creato alla comunità”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche: