Politica | 20 settembre 2021, 08:39

Il gruppo Insieme per Canelli lancia una sfida con l'appello 'Canelli 10.000'

"È il momento di sfoderare il coraggio delle idee e delle iniziative. Città o paese è una sfida per tutti"

Il gruppo Insieme per Canelli lancia una sfida con l'appello 'Canelli 10.000'

"Canelli è la terza Città della provincia di Asti come abitanti (fino al 2018 era la seconda), ma il loro numero è in costante calo ormai da anni: stiamo scendendo verso la fatidica soglia dei 10mila".

A renderlo noto una comunicazione del Gruppo Insieme per Canelli che pubblichiamo integralmente.

Che cosa significa? Meno studenti, meno lavoro per insegnanti, personale e tutto quello che gira attorno alla Scuola, meno clienti abituali per i negozi, costretti a sperare nel solo turismo, meno servizi, meno movimento, meno valore alle nostre case, difficoltà a reperire personale per le attività lavorative, meno vita… e anche meno soldi.

Eppure abbiamo aziende che attirano varie centinaia di lavoratori ogni giorno, come svariate centinaia sono gli studenti che frequentano le Scuole, dall’Infanzia alle Superiori, grandi marchi di qualità come 50° Sito UNESCO, Spiga verde, Bandiera Arancione… Ma cosa ce ne facciamo se poi la Città si svuota? Possibile che con tutte queste potenzialità non si riesca a far nulla per invertire la tendenza? Ci siamo ormai rassegnati a scendere sotto quota 10.000?

Certo la crisi demografica riguarda una buona parte dell’Occidente, le case sulle colline dei paesi vicini attirano più di quelle del nostro centro cittadino, abbiamo una viabilità difficoltosa,… ma le giustificazioni non ci esimono dal “fare qualcosa”!

Tiriamo fuori un po’ di orgoglio e di spirito canellese: è il momento di sfoderare il coraggio delle idee e delle iniziative.

Il Comune può investire di più per incentivare l’accoglienza e i servizi per le famiglie? Stiamo pensando ad una Città vivibile ed accogliente per le giovani coppie e per i bambini? Gli imprenditori possono incoraggiare i Dipendenti a trovar casa qui da noi? Possono aiutarci a capire le esigenze dei pendolari per trovare risposte alle loro domande?

Architetti e geometri possono fare delle proposte concrete per rendere più bella e vivibile questa nostra città? Proprietari e imprese edili possono provare ad abbellire il centro storico e renderlo concorrenziale con la campagna circostante?

I commercianti hanno proposte per rendere più appetibili gli acquisti in città? Possiamo attirare lavoratori in smart working e professionisti che vogliano lasciare le grandi Città, portando servizi e banda larga in tutto il territorio urbano ed extraurbano?

La scuola ha voglia di cambiare organizzazione e strumenti per essere più attrattiva, usare idee e strumenti per recuperare almeno le sezioni che hanno chiuso negli ultimi anni? E’ possibile ampliare l’offerta culturale, sportiva e ricreativa? Le nostre Parrocchie sono state per secoli un collante tra le persone e una fucina di idee: quali proposte sapranno mettere in campo per aiutarci ad alzare lo sguardo?

Ogni canellese, volente o nolente, darà il suo piccolo contributo a migliorare o a peggiorare i problemi. Per questo occorrono gesti concreti che possono diventare segni di una mentalità che cambia e che ci fa fare un salto di qualità.

Lanciamo dunque l’appello “Canelli 10.000”: dobbiamo sviluppare idee ed iniziative per fare in modo che la nostra Città non scenda sotto i diecimila abitanti, numero emblematico che segnerà il ridimensionamento o il rilancio di una cittadina come la nostra.

Città o Paese? Quella soglia è una sfida per tutti. Nessuno può tirarsi indietro: cosa saremo dipenderà dalle nostre scelte, non dalle lamentele.

Il tempo è poco: muoviamoci.

Questo è un appello che, col contributo di tutti, vogliamo far diventare un Progetto.

 

Gruppo Insieme per Canelli 

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche: