Eventi e Turismo | 10 giugno 2021, 16:40

Darsena di Genova, Coldiretti: "Vino, birre e pesce a miglio zero per gli eventi dell'estate ligure"

Grandi novità per Electropark, il festival di musica elettronica e cultura contemporanea

Darsena di Genova, Coldiretti: "Vino, birre e pesce a miglio zero per gli eventi dell'estate ligure"

Grandi novità per l’estate ligure: quest’anno ai coni di fritto di pesce a miglio zero serviti direttamente tra i banchi del mercato della Darsena di Genova che accompagnano da anni Electropark, il festival di musica elettronica e cultura contemporanea, ideato e prodotto dall’Associazione Forevergreen, si aggiungeranno le degustazioni di vino e birre liguri, in un’ottica di valorizzazione a 360° del territorio.

“Il connubio mare-musica – afferma la Responsabile di Impresa Pesca Liguria Daniela Borriello – si è rivelato vincente per la valorizzazione della nostra Darsena e del nostro pescato a miglio zero avvicinando soprattutto i giovani al mondo della pesca locale. Quest’anno poi, in tutte le serate, sarà presentata una cantina diversa o un birrificio artigianale per conoscere ed apprezzare anche i vini e le birre liguri. Il mercato della Darsena è ogni giorno un luogo di valorizzazione del territorio, essendo un mercato dove è sempre possibile acquistare, mare permettendo, pesce fresco a miglio zero, venduto direttamente dai pescatori: in queste occasioni si trasforma assumendo un assetto dedicato più al turista al quale mostra le nostre eccellenze cucinate e servite nel migliore dei modi”.

“Eventi come questi – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – si rivelano un ottimo modo per sensibilizzare i cittadini a preferire sempre, prodotti del territorio, che siano di terra o di mare, prodotti che permettono sia di sostenere le imprese locali e l’economia della nostra regione, sia di essere sempre sicuri della provenienza del prodotto comprato e di conseguenza della sua freschezza e qualità. Soprattutto nell’ottica di un possibile ritorno alla normalità, ripartire dal territorio e dalle sue produzioni è fondamentale per sostenere il nostro tessuto imprenditoriale. In Liguria sono quasi 500 le imbarcazioni che, nonostante la situazione, continuano a portare avanti questo mestiere, che valorizza la produzione locale e tutela l’ambiente marino. Il nostro consiglio è quello di preferire sempre pesce freschissimo appena pescato, portato a terra dai nostri pescatori che svolgono anche una nobile funzione di “spazzini del mare”, eliminando rifiuti che troppo spesso incautamente vengono abbandonati, il tutto a tutela dell’ambiente marino”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: