Cronaca | 15 settembre 2020, 17:43

Nessuna pena alternativa, resta in carcere a Torino il fratello di Totò Riina

L'uomo, 87 anni, sconta una condanna fino al 2023 per associazione di stampo mafioso

Nessuna pena alternativa, resta in carcere a Torino il fratello di Totò Riina

Rimarrà detenuto al carcere delle Vallette Gaetano Riina, 87 anni, fratello di uno dei boss più noti della malavita organizzata in Italia. Il tribunale di sorveglianza non ha infatti ritenuto di rilevare gli estremi per una detenzione domiciliare o un differimento della pena a causa di infermità.

La detenzione di Gaetano Riina (fratello del boss di Cosa Nostra scomparso nel 2017) è di "alta sorveglianza", motivata da associazione di stampo mafioso e dovrebbe terminare nel 2023. "Siamo molto delusi, speravamo in un esito diverso", dichiarano i suoi legali Vincenzo Coluccio e Giuseppe La Barbera. "Si tratta di un uomo di 87 anni e con gravi problemi di salute". L'uomo è stato anche ricoverato presso il reparto detenuti delle Molinette ed è stato però ritenuto in grado di stare in carcere.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: