Politica | 14 febbraio 2020, 10:45

Striscione "Salvini muori" al Lingotto, Allasia: "Le battaglie si portano avanti con le idee, non con le minacce"

Il presidente del Consiglio regionale: "Questo squallido e vile gesto non fa onore a Torino"

Striscione "Salvini muori" al Lingotto, Allasia: "Le battaglie si portano avanti con le idee, non con le minacce"

"Condanno questo squallido e vile gesto: lo striscione di ieri sera contro Matteo Salvini non fa onore a Torino, ogni richiamo alla violenza, in qualunque forma, non va mai sottovalutata e va condannata fermamente". Così il Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Stefano Allasia, commenta il manifesto che è stato srotolato ieri dal tetto del Lingotto, dove era in corso l'incontro con il leader della Lega, con su scritto "Salvini, Torino non ti vuole. Muori!".

"Non si può augurare - continua il numero uno di Palazzo Lascaris - la morte a nessun avversario politico, credo che le battaglie si portano avanti con le idee e non con le minacce".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche: