Il Nazionale

Sport | 22 gennaio 2023, 21:54

Volley A2M. Tanto tuonò, che piovve: Cuneo trova la prima vittoria in trasferta battendo 3-2 Lagonegro (VIDEO)

Coach Giaccardi: "Sono molto contento per i miei ragazzi. L'impegno non è mai mancato e nessuno si è mai tirato indietro, ora mi aspetto che questa diventi una squadra proletaria"

Volley A2M. Tanto tuonò, che piovve: Cuneo trova la prima vittoria in trasferta battendo 3-2 Lagonegro (VIDEO)

Lo cercava dal 9 ottobre scorso questo successo Cuneo, da quando è iniziata una fin qui travagliatissima annata per la squadra allenata da Max Giaccardi.

La BAM Acqua S.Bernardo ottiene il primo successo stagionale in trasferta battendo a casa propria la Cave del Sole Lagonegro per 3-2 (27-25/29-3/25-21/23-25/10-15).

Certo, dopo la pioggia non si sono dissipate tutte le nubi ( errori sono davvero tanti), resta il dubbio circa il rendimento personale di qualche pedina, ma anche una certezza: quando le palle scottano c'è chi non alcun timore a metterle a terra. Si chiama Simone Parodi, una certezza.

Per Cuneo è ora solo di godersi la vittoria e festeggiare, domani ci sarà tempo per pensare su cosa lavorare per migliorare quel che ancora non va. Con maggior serenità, però.

"Sono molto contento per i miei ragazzi - il commento finale di coach Giaccardi - l'impegno non è mai mancato e nessuno si è mai tirato indietro. Una vittoria che ci serviva per il morale ma anche per la classifica. L'attitudine non è mai mancata, neanche nei momenti difficili: questa squadra deve diventare proletaria, che lotta su ogni pallone".

PRIMO SET. Dopo un inizio equilibrato è Cuneo ad andare a break sul 7-9, ma Lagonegro riesce a ritrovare la parità a quota 10. Poi va al servizio Parodi e la sua battuta mette in crisi la ricezione lucana, permettendo alla BAM S.Bernardo di allungare 10-13. C’è il time out di Barbiero, ma al rientro in campo è ancora un ace di Parodi a dare il +4 ai piemontesi che fuggono 10-14. A questo punto comincia la fiera degli errori per la squadra di Giaccardi: Santangelo sbaglia tre palle che gli costano il campo in favore di Cardona. La Cave del Sole va sul 15-14 (parziale 5-0). Tra troppi errori e qualche colpo positivo si procede di pari passo fino al 19-20 per Cuneo, quando Giaccardi chiama in campo Lanciani al servizio: il giovane centrale prima mette in crisi la ricezione avversaria, poi piazza un ace diretto ed i piemontesi tornano avanti 19-22. Set chiuso? Manco per idea. Un muro su Cardona e l’errore in attacco di Botto rimettono in carreggiata i lucani sul punteggio di 23-23: si va ai vantaggi ed alla fine s’impone la Cave del sole 27-25 approfittando dell’ennesima palla fuori avversaria.

SECONDO SET. Subito Lagonegro avanti 3-0, con Giaccardi che chiama time out. Lentamente Cuneo rosicchia lo svantaggio e si rimette in corsa 8-8 ed a questo punto inizia un lungo braccio di ferro che porta le due squadre a braccetto fino a 15, quando un errore di Santangelo riporta i lucani avanti di due punti (17-15). Giaccardi prova un paio di mosse in zona di servizio per tentare la svolta: inserisce Lanciani per Santangelo sul 17-16, poi Chiapello al posto di Sighinolfi sul 18-17, ma in entrambi i casi non arriva nessun punto. È invece Lagonegro a cercare la fuga: un attacco di Wagner e la palla messa fuori dall’opposto di Cuneo consegnano il +3 ai padroni di casa in un ,momento caldo del set (21-18). I biancoblu non mollano e ritrovano la parità (22-22) quando Panciocco viene murato da Sighinolfi, ma è la squadra di Barbiero ad arrivare al set ball (24-23). I lucani ne falliscono cinque, per Cuneo va al servizio Botto e la situazione si capovolge: l’ace del capitano ed un punto in attacco di Parodi ristabiliscono l’equilibrio nella partita (29-31 e 1-1).

TERZO SET. Sulle ali del successo riparte forte Cuneo che va sul 2-5, poi 6-10 grazie al muro di Codarin su Panciocco. Un errore di ricostruzione tra Pedron e lo stesso Codarin regala un break agli avversari (8-10), che continuano a rincorrere per arrivare a-1 (13-14) prima d’impattare ed andare in vantaggio con i due punti in battuta messi a segno da Sermenante e Bonola. Lagonegro pigia sull’acceleratore mentre Cuneo ancora una volta perde la testa: c’è il muro di Wagner su Botto (20-18) che poi sbaglia anche l’attacco del 22-19. Il set si chiude con l’ennesima palla schiacciata malamente e fuori da Santangelo e l’ace di Orlando che fa il buco davanti a Bisotto (25-21).

QUARTO SET. Lagonegro avanti 2-0 sull’errore di Codarin, pareggio Cuneo a 4 con un attacco di santangelo. La formazione piemontese mette due punti di distacco (2-4) sugli avversari quando Codarin ferma a muro Panciocco, che qualche rotazione successiva è fermato anche da Pedron che fissa il punteggio sul 9-13 per la BAM S.Bernardo. Gli uomini di Barbieri però non desistono e tornano sotto (11-13) grazie all’errore di Botto che appoggia in rete una palla, poi pareggiano 14-14 con il muro di Bonola ancora sul capitano biancoblu. Le squadre si alternano al comando del set fin quando una strepitosa difesa della Cave del Sole trasformata in punto da Wagner sembra dare il colpo del ko a Cuneo: il brasiliano segna anche il punto successivo e Lagonegro trova il doppio vantaggio (21-19). Santangelo si prende un muro, ma la sua difesa finisce fortunosamente in campo avversario e le squadre tornano in parità (21-21), poi arriva l’errore di Wagner che schiaccia in rete e la situazione si capovolge in favore dei piemontesi, 21-23. Non è finita: altro errore dalla seconda linea per Santangelo e siamo 23-23, ma Chiapello (entrato per Botto poco prima) porta Cuneo al set ball (24-23) che va al tie break grazie ad una murata su Wagner.

QUINTO SET. Si parte con un muro di Parodi che dà l’1-2 a Cuneo, poi il tie break prova a cambiar volto sulla battuta di potenza di Codarin che torna a filo rete e che Sighinolfi chiude per il 4-6 piemontese. Pedron ora si affida ai suoi centrali, Cuneo va al cambio di campo avanti di due punti (6-8), poi Parodi trova le mani del muro avversario e porta la propria squadra avanti 6-9. Wagner ora non passa più: si prende il muro del 6-10 e lascia il posto a Morgan Biasotto, mentre è ancora Parodi a mettere giù il punto del 6-11 di Cuneo che costringe Barbiero ad interrompere il gioco. Lagonegro recupera un break (9-12) per un fallo di doppia fischiato a Pedron, mentre tra le fila lucane torna in campo Wagner. Il primo tempo di Codarin porta la BAM S.Bernardo al match point sul 9-14. Il primo lo spreca Santangelo che serve in rete, ma nel contrattacco successivo è Parodi a cosgenare la prima vittoria stagionale in trasferta a Cuneo. 

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: