Il Nazionale

Cronaca | 21 settembre 2022, 12:11

Alassio, domato l'incendio sulla collina tra Cavia e Santa Croce: avviate le fasi di bonifica (FOTO e VIDEO)

Due Canadair, un elicottero e oltre duecento tra Vigili del Fuoco, Protezione Civile e volontari hanno arginato il fronte

Alassio, domato l'incendio sulla collina tra Cavia e Santa Croce: avviate le fasi di bonifica (FOTO e VIDEO)

Si sta ormai procedendo alla bonifica dell'area boschiva colpita dall'incendio che, intorno alle ore 6 della mattina, è divampato sulle colline alle spalle di Alassio nelle prossimità della frazione di Cavia.

La Città del Muretto si è svegliata con il sapore acre del fumo che ha invaso la Baia del Sole per il terzo incendio nell'arco di pochi giorni, meno di una settimana: immediatamente si sono mossi i soccorsi con vigili del fuoco, diverse squadre della Protezione Civile provenienti dal circondario e da tutta la provincia, oltre che le forze dell'ordine del territorio. Questi supportati dall'intervento di due elicotteri e altrettanti canadair, tra cui uno proveniente da Roma.

Le fiamme, alimentate dal vento, in un paio d'ore sono arrivate a lambire alcune abitazioni dopo aver inghiottito uliveti e campi in direzione Santa Croce. Tuttavia la prontezza d'intervento ha permesso di limitare i danni.

E' stato invece il denso fumo a portare alcuni abitanti ad abbandonare spontaneamente le proprie abitazioni e a far propendere l'Amministrazione comunale, a seguito di un sopralluogo della Dirigente Scolastica Sabina Poggio e dell'assessore Fabio Macheda, per lo spostamento degli alunni delle scuole di Solva verso la scuola d'infanzia di Via Neghelli.

 

Sulla collina comunque si andrà avanti a lavorare per tutta la giornata: "Occorre essere certi di aver estinto ogni focolaio - spiega Franca Giannotta - con questo vento basta davvero poco perché le fiamme ripartano. La siccità dell'estate poi, ha sicuramente reso più facile il percorso delle fiamme. Stiamo provvedendo a fornire generi di conforto ai volontari e agli operatori in modo che possano proseguire nell'opera di bonifica. Con la Protezione Civile, ci stiamo anche attrezzando per ampliare la vigilanza anche nelle ore notturne, almeno per le prossime 48 ore. La prassi infatti prevede, proprio per evitare riprese di nuovi fronti, un controllo mirato nelle successive 24 ore. Il fatto che si sia di fronte al terzo incendio nell'arco di pochi giorni ci spinge ad essere ancora più attenti".

Redazione

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: