Il Nazionale

Eventi e Turismo | 02 agosto 2022, 06:07

Turismo, con gli eventi Torino conferma la sua vocazione e raddoppia le presenze "brevi": +143%

In sei mesi hanno fatto boom le notti vendute per abitazioni in locazione per pochi giorni. Fiaip: "Picchi ad aprile, maggio e luglio: il settore riprende quota"

Turismo, con gli eventi Torino conferma la sua vocazione e raddoppia le presenze "brevi": +143%

Luglio è stato solo l'ultimo di una serie di mesi da "picco". La città di Torino riscopre infatti la sua anima turistica e - anzi - conferma una vocazione sempre più pronunciata grazie alla sequenza di grandi eventi che hanno scandito il periodo dalla primavera in poi. Eurovision, ma anche Salone del Libro e molto altro ancora.

L'indagine della Fiaip

La conferma arriva dai dati elaborati da Fiaip Torino, che dimostrano come siano stati proprio i grandi appuntamenti a spingere sull'acceleratore delle presenze. Soprattutto per quanto riguarda gli affitti brevi. 
Se nel primo semestre 2021, con lo stop agli spostamenti – osserva la presidente di Fiaip di Torino (Federazione italiana agenti immobiliari professionali), Claudia Gallipoli –: buona parte degli appartamenti dedicati ai soggiorni turistici era stata convertita in altri tipi di locazione, come quella residenziale, il primo semestre del 2022 ha mostrato una ripresa sostanziale della locazione breve. Un trend che si era già delineato negli ultimi tre, quattro mesi del 2021, con il ritorno in presenza dell’Università, la ripresa delle fiere e le competizioni sportive e che ha registrato un’ulteriore espansione nel corso dell’anno”.

Cresce la domanda, cresce l'offerta

Secondo il campione analizzato da Fiaip, a Torino nei primi sei mesi del 2022 si è registrato un aumento medio del 143% di notti vendute in alloggi destinati alla locazione breve rispetto al 2021. Il tasso di occupazione medio mensile è del 72%, mentre nel 2021 era del 61%. “La differenza sostanziale però si rintraccia nel maggior numero di appartamenti immessi sul mercato della locazione breve, per andare incontro al ritorno della domanda”, spiega Lavinia Fanari, delegata provinciale di Fiaip Torino per il turismo.  

I mesi che quest’anno hanno registrato i valori più alti in termini di notti vendute – aggiunge - sono stati aprile, maggio e giugno, cui si somma il risultato di luglio. Infatti le notti vendute ad aprile sono più che triplicate con il 180% in più rispetto allo stesso mese del 2021, a maggio sono state il 126% in più rispetto all'anno scorso; giugno ha registrato il +104% e luglio il +107% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Risultati determinati sia dalla ripartenza dei flussi turistici verso la nostra città, sia dai grandi eventi e dalle manifestazioni”.

Anche i prezzi a notte sono aumentati, nei primi sei mesi del 2022 la tariffa media è stata di 83 euro, mentre nel 2021 si è fermata a 50 euro.

Salone, Eurovision e non solo

Maggio è stato un mese importante per il turismo – sottolinea la consigliera Fiaip - segnato da eventi di respiro nazionale, come il Salone del Libro e il festival dell’Economia, e appuntamenti internazionali, come l’Eurovision song contest: dal 10 al 15 maggio il tasso di occupazione medio è stato del 68% con il picco raggiunto per la finale di sabato 14 maggio dell’81%. Anche le tariffe a maggio hanno segnato un incremento, passando da un costo medio di 70 euro a notte nei mesi precedenti a 120".

Il trend è proseguito nel mese di giugno quando si è toccato un tasso di occupazione del 61% e un costo medio a notte di 83 euro.

Anche il mese di luglio ha registrato un nuovo incremento, toccando il 65% di occupazione, grazie alla ripresa dei concerti dal vivo, come quello di Vasco Rossi, del Kappa future festival e dei Rammstein, ma anche per via del concorso per la magistratura, organizzato a Torino, che ha visto oltre 6.500 candidati tra il 13, 14 e il 15 luglio.

Grande musica, in attesa del grande tennis

Infatti, i dati migliori – specifica Fanari - si sono registrati a cavallo di giugno e luglio, in occasione del live di Vasco allo stadio Olimpico e del Kappa future festival: il tasso di occupazione medio è stato del 90% tra il 30 giugno e il 3 luglio. Per il concerto dei Rammstein, l’occupazione ha toccato il 100% nella notte del 12 luglio e le tariffe in quei giorni sono salite fino ai 113 euro a notte. Nei giorni del concorso per magistrati l’occupazione è stata del 70% circa”.

Su agosto la previsione è positiva, seppure difficilmente si eguaglieranno i picchi raggiunti a maggio e luglio. La programmazione dell’offerta turistica e culturale è fondamentale. Da questo punto di vista – commenta l’esperta Fiaip di locazioni brevi - le Atp Finals risultano strategiche perché permettono la pianificazione: già da un paio di mesi riceviamo chiamate di prenotazione su novembre per la settimana delle gare di tennis”. 

Massimiliano Sciullo

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: