Cronaca | 26 ottobre 2021, 17:57

'Signora in rosso', il caso riaperto dopo 30 anni si concentra su vestito della vittima

La Polizia ha invitato la Procura a riesaminare i reperti del 1991 con le ultime tecniche scientifiche

'Signora in rosso', il caso riaperto dopo 30 anni si concentra su vestito della vittima

Le tracce sul vestito e materiale recuperato nell'abitazione: sono questi i reperti che il Gabinetto di polizia scientifica di Roma, dal 23 ottobre, sta analizzando per tentare di fare luce sul cold case torinese della 'Dama in Rosso'.

L'indagine è quella sulla morte di Franca Demichela, uccisa nel 1991 a 48 anni. Il corpo senza vita fu abbandonato in una discarica alle porte della città. Rosso è il colore del vistoso abito che indossava.

Il delitto è rimasto senza soluzione ma nelle scorse settimane la Polizia ha invitato la Procura a chiedere la riapertura del caso per riesaminare i reperti con gli ultimi ritrovati scientifici. Le cinque persone interessate hanno ricevuto - per ragioni di procedura - un avviso di garanzia. Due di queste (nomadi di origini slave) sono ancora irreperibili.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: