Eventi e Turismo | 25 settembre 2021, 12:09

"Albenga Racconta", via alla prima edizione del festival che porta in piazza musica e cultura

Ieri la prima serata "all'ombra delle torri". La manifestazione animerà il centro storico fino a domenica 26 settembre

"Albenga Racconta", via alla prima edizione del festival che porta in piazza musica e cultura

Venerdì 24 settembre si è dato il via alla prima edizione del festival di cultura, “Albenga Racconta: storie animate all’ombra delle torri”, un grande evento che per tre giorni consecutivi, fino a domenica 26, animerà il centro storico ingauno con incontri con autori, concerti, recital, laboratori per bambini, musica e spettacoli dal vivo.

A inaugurare la prima serata, interamente dedicata al grande cantautore genovese Fabrizio De Andrè, il sindaco Riccardo Tomatis, che ha dato il benvenuto agli ospiti e al pubblico accompagnato dal vice sindaco Alberto Passino e l’Assessore Marta Gaia, ideatrice del festival organizzato in collaborazione con RES Comunicazione e Links & Consulting.

Sul palco gli autori Mauro Tiraoro e Guido Festinese intervistati da Marco Ferrari, giornalista, scrittore e autore televisivo, hanno presentato i libri “Ho visto Faber giocare” e “Mare Faber”.

Due narrazioni della vita di De Andrè da due punti di vista differenti: Mauro Tiraoro, compagno di banco dalle elementari di Fabrizio, ha raccontato dell’uomo Faber fin da quando era bambino, con le sue debolezze, stravaganze e particolarità che lo hanno reso poi il grande artista che tutti conosciamo. Guido Festinese, con un taglio più tecnico, ha fatto conoscere al pubblico le suggestioni orientali e gli aneddoti che stanno dietro ai grandi pezzi scritti da De Andrè che hanno fatto la storia.

La serata è proseguita con la videoproiezione “Genova-Mediterraneo e ritorno: un viaggio a disegni animati attraverso Creusa de Ma”, Di Matteo Valenti a cura di Coop Liguria. Un filmato realizzato con le scuole superiori della città di Genova che rende omaggio a Fabrizio, alle sue opere, alla sua terra e alle sue battaglie per i diritti dei più poveri e disagiati.

A seguire Fabrizio Calzia ha presentato “La Genova di Fabrizio De Andrè” raccontando di quei personaggi dei vicoli che hanno ispirato i testi più conosciuti del cantautore, da Bocca di Rosa alla Canzone di Marinella, accompagnato da Max Manfredi che, con Alice Nappi e Filippo Gambetta, hanno emozionato la piazza con le canzoni del grande e unico Fabrizio De Andrè.

L’evento continua sabato 25 e domenica 26 con altri incontri con autori, Claudia Fachinetti, Enrico Deaglio, Stefano Zecchi, Bruno Morchio, Andrea Ferraris, Gianni Oliva, Paola Servente, Carla Viazzi, Roberto Napoletano e si concluderà con lo spettacolo di Giobbe Covatta “La divina commediola”.

Evento speciale, questo pomeriggio alle ore 16 in Piazza San Michele con “L’archeologia racconta. antiche storie dai nuovi scavi nel complesso di San Clemente a cura di Marta Conventi, Sopraintendenza ABAP IM-SV, in collaborazione con Regio IX Liguria Archeologia, un'iniziativa promossa all'interno delle Giornate Europee del Patrimonio 2021. In occasione dell'evento sarà eccezionalmente esposta l'epigrafe paleocristiana di Leóninus, recentemente scoperta.

Non manca lo spazio per i più piccoli, in Piazza IV Novembre, infatti, oltre all’area dedicata alle librerie, si svolgeranno i laboratori di creatività e lettura. Il programma completo e tutte le info: albengaracconta.it. In caso di maltempo gli eventi si svolgeranno in piazza Corridoni.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: