Eventi e Turismo | 24 settembre 2021, 10:20

Domani le vie della città si colorano d'arcobaleno: ritorna il Torino Pride

Dopo il primo stop di Prefettura e Questura, la storica marcia per i diritti si svolgerà regolarmente. Madrina della giornata Vladimir Luxuria

Domani le vie della città si colorano d'arcobaleno: ritorna il Torino Pride

Domani, sabato 25 settembre, le strade di Torino (partenza ore 15.30 da corso Principe Eugenio angolo piazza Statuto) si coloreranno dei colori dell’Arcobaleno LGBTQIA+ e inonderanno la Città con lo slogan “Quant* di noi volete ancora sulla coscienza?”.

Dopo il dietro front di Prefettura e Questura, la storica marcia per i diritti si svolgerà regolarmente, con partenza da corso Principe Eugenio alle 15.30.

Manifestazione nel rispetto delle norme anti Covid

“Sabato, finalmente, a Torino tornerà il pride nella forma che tutte e tutti conosciamo anche se nel pieno rispetto delle indicazioni ricevute dalle autorità e delle normative per il contenimento del contagio da Covid. L’Italia sta attraversando momenti difficili e le sfide per non soccombere sotto il peso della pandemia e della crisi economica sono tantissime ma il Torino Pride è convinto che una società più equa, accogliente e che non discrimina, potrà affrontarle con maggiore forza e unità”, afferma il direttivo del Torino Pride a nome delle associazioni che rappresenta.

Vladimir Luxuria madrina dell'evento

Madrina della giornata sarà Vladimir Luxuria, direttrice del Lovers Film Festival, che parlerà dal palco allestito in piazza Vittorio Veneto dove terminerà la parata arcobaleno e da dove le attiviste e gli attivisti “urleranno” le proprie istanze. Sarà presente, a portare la propria testimonianza, anche Gianmarco Negri, primo sindaco transessuale di Italia.

Pride dell'uguaglianza e dei diritti

Il documento politico comprende le istanze di uguaglianza tra cittadini e cittadine che provengono dalla comunità LGBTQIA+ e non solo, e chiede la rimozione di tutti i tipi di discriminazioni, stereotipi e pregiudizi che rappresentano un ostacolo al raggiungimento di una società equa e solidale come dichiara il coordinatore del Torino PrideAlessandro Battaglia“Il pride è il luogo dell’accoglienza di tutte e tutti, senza distinzioni; il luogo dove il colore e la gioia sono veicoli di pace, condivisione e libertà di espressione”.

Il Torino Pride è organizzato dal Coordinamento Torino Pride GLBT, che fa parte di Ilga Europe (l’organizzazione internazionale non governativa che riunisce 422 realtà LGBTQI di 45 paesi europei) e a cui afferiscono le principali associazioni LGBTQIA+ operanti sul territorio della Regione Piemonte, insieme a realtà non LGBTQIA+ impegnate nel sostegno dei valori della laicità e del rispetto delle differenze.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: