Eventi e Turismo | 20 settembre 2021, 16:29

Il Rotary Club Savigliano tra i filari di Monteu Roero

Quest’anno è stata scelta l’Azienda Agricola Angelo Negro

Il Rotary Club Savigliano tra i filari di Monteu Roero

Per il  Rotary Club Savigliano, la ricerca d’eccellenze del territorio e contribuirne alla valorizzazione, quando poco note e forzatamente dimenticate, o come riconoscimento dei livelli di leadership raggiunti, è assai importante ed in questo spirito anche questo anno ha organizzato una passeggiata nelle vigne.

A fine estate sono gradevoli le serate all’aperto, settembre è il mese della vendemmia, la natura inizia a mutare i suoi colori e non c’è forse modo migliore d’apprezzare il tutto che andare in una azienda vitivinicola e sentirne i profumi specie se seguiti da una buona tavola. Due anni fa aveva visitato le Aziende Vitivinicole di Bruno Ceretto, l’anno scorso l’Azienda agricola Costa di Bussia Tenuta Arnulfo, quest’anno è stata scelta l’Azienda Agricola Angelo Negro e figli di Monteu Roero.  Posto sulla sinistra del Tanaro, il Roero propone un territorio unico fatto di dolci e fertili colline su cui spiccano castelli e torri, chiese e cappelle,borghi e paesini, versanti  trapuntati di vigneti e macchie boschive, tra i cui pendii si aprono profonde voragini. Queste rocche, ricche di fossili, costituiscono, una caratteristica peculiare del paesaggio dove, già presente dal 1670, la famiglia Negro coltiva vigneti lavorando con vitigni autoctoni: Favorita e Arneis a bacca bianca, Nebbiolo, Barbera, Dolcetto a bacca nera.

Oggi può contare su quasi 60 ettari di vigneti, distribuiti tra la storica Cascina Perdaudin a Monteu Roero, la cascina San Vittore a Canale e Basarin a Neive.

Venerdì scorso,  divisi in gruppetti guidati, soci ed ospiti hanno passeggiato su dolci declivi tra filari di viti per unirsi al tramonto in una tavolata approntata sullo spiazzo della Vigna Ciabot San Giorgio.

Giovanni Negro ripercorrendo la storia della sua famiglia, assai unita, fiera delle proprie radici ed orgogliosa custode di saperi e tradizioni, ne ha illustrato i progressivi ampliamenti dei possedimenti agricoli e vigneti, l’evoluzione dell’azienda e dei suoi prodotti. Ripercorrendo le tradizioni culturali locali, Giovanni Negro, in più tornate Sindaco di Monteu Roero, ha ricordata, poi, la figura di Maria Enrica Buscatti in Molinari cugina di soci R.C. saviglianesi,  ed autrice a puntate sul bollettino parrocchiale di “Si parla di Monteu”, opera portata avanti per anni  raccogliendo memorie storiche e tradizioni grandi e minute, pubblicata poi come omaggio dei figli alla loro madre e del paese di Monteu “alla sua colta e amorosa cittadina”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: