Cronaca | 19 settembre 2021, 12:22

Aggredisce e picchia la fidanzata, poi i poliziotti mettono fine all'incubo della donna

L'uomo si era anche ferito volontariamente, pur di convincere la compagna a dargli del denaro

Aggredisce e picchia la fidanzata, poi i poliziotti mettono fine all'incubo della donna

L’aggressione era nata per una richiesta di denaro e non era la prima volta che la donna subiva minacce e violenza per questa ragione. Martedì notte, gli agenti della Squadra Volante intervengo nel quartiere Barriera di Milano dopo la richiesta di una donna che ha riferito di essere stata aggredita dal fidanzato.

Giunti nei pressi dell’ingresso del condominio luogo dell’intervento, gli agenti trovano un uomo e una donna litigare animatamente, con il primo con fare minaccioso e in stato di alterazione psicofisica. Subito agli occhi degli agenti balzano i segni di percosse sul corpo della donna, la quale racconta ai poliziotti di essere stata aggredita dopo che non aveva dato seguito alle richieste di denaro del fidanzato.

Non solo l’uomo aveva colpito la donna ma, autolesionandosi, si era procurato una ferita, minacciando la vittima che se non le avesse consegnato il denaro avrebbe accusato un familiare della vittima quale autore delle lesioni autoprocuratesi. La donna, però, era riuscita a prendere il cellulare, a fuggire dall’alloggio e a chiamare la polizia.

A seguito del racconto, l’uomo, un ventiseienne marocchino è stato arrestato per la tentata estorsione e denunciato in stato di libertà per lesioni personali e violazione di domicilio.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: