Cronaca | 10 giugno 2021, 17:35

Processo Tirreno Power, l'azienda risponde alla Procura: "Su Porto Tolle disastro ambientale non c'è stato e sono stati tutti assolti"

La Procura di Savona però aveva voluto far chiarezza specificando che le dichiarazioni dell'azienda non erano corrette

Processo Tirreno Power, l'azienda risponde alla Procura: "Su Porto Tolle disastro ambientale non c'è stato e sono stati tutti assolti"

"Esprimiamo il massimo rispetto per lo svolgimento del procedimento in corso che prevede l’accurato esame delle prove e delle testimonianze sui fatti specifici contestati. Riguardo al processo di Porto Tolle, dobbiamo ribadire che il reato di disastro ambientale non c’è stato e tutti gli imputati sono stati assolti".

Così Tirreno Power ha risposto alla nota della Procura che aveva sconfessato la stessa azienda vadese, in merito all'audizione del consulente Stefano Scarselli che ha deposto in aula nel processo lo scorso martedì.

Tirreno Power aveva inviato una nota specificando che "all'esito della vicenda processuale inerente la centrale termo elettrica di Porto Tolle, la Corte di Cassazione avrebbe concluso che "gli esiti della consulenza tecnica del dottor Scarselli non avevano una valenza probatoria idonea”.

La Procura di Savona però aveva voluto far chiarezza, specificando che le dichiarazioni dell'azienda non erano corrette.

"Tale informazione non è corretta in quanto il passaggio citato è stato estrapolato dalle motivazioni della sentenza della Corte di Appello di Venezia, dalla quale la Corte di Cassazione espressamente si discosta, non condividendone le argomentazioni e le conclusioni, ravvisando invece nel caso in esame il reato di disastro ambientale" aveva specificato il Procuratore Capo Ubaldo Pelosi.

Un ulteriore botta e risposta dell'azienda di Vado è giunto però nella giornata di oggi: "La sentenza della Corte di Cassazione ha fatto proprio quanto scritto dalla Corte D’appello di Venezia, ne ha ripreso le numerose valutazioni di merito per poi confermare “che gli esiti della consulenza tecnica del dottor Scarselli possedevano una valenza probatoria inidonea a formulare un giudizio di colpevolezza nei confronti degli imputati”.

Queste sentenze sono state prodotte agli atti del procedimento in corso a Savona.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche: