Cronaca | 13 gennaio 2021, 14:17

Omicidio-suicidio di Casanova Lerrone, il caso va verso l'archiviazione senza altre ipotesi di reato

Si attendono gli accertamenti dei Ris di Parma sull'arma non legalmente detenuta da Corrado Testa che aveva ucciso Jessica Novaro e poi si era tolto la vita

Omicidio-suicidio di Casanova Lerrone, il caso va verso l'archiviazione senza altre ipotesi di reato

Va verso l'archiviazione per morte del reo e senza altre ipotesi di reato.

Questa potrebbe essere la decisione della Procura di Savona appena verranno visualizzati i risultati degli accertamenti dei Ris di Parma, in merito all'omicidio-suicidio avvenuto lo scorso 3 dicembre a Casanova Lerrone in frazione Vellego della 29enne Jessica Novaro da parte del 56enne Corrado Testa che si era poi successivamente suicidato.

Ascoltati i medici curanti e della mutua, è stato inoltre scoperto il nominativo di chi aveva sottoscritto il documento per il rilascio del porto d'armi. Testa infatti deteneva legalmente 5 fucili ma non la pistola, una Beretta calibro 9, utilizzata per sparare letalmente al fianco di Jessica e poi togliersi la vita sparandosi alla testa. Non ci sarebbe però un nesso di casualità sui fatti che poi sarebbero avvenuti quella sera, da lì la decisione di non effettuare alcun approfondimento.

Testa, che in passato aveva perso la moglie per un incidente agricolo 9 anni prima e che per un periodo era stato in cura ai servizi psichiatrici, quella domenica era andato a casa della ex compagna Maria Donzella, nel quale c'era stata una discussione con la figlia e all'improvviso aveva imbracciato la pistola che aveva con sé sparando, all'altezza del bacino alla giovane.

La ragazza era poi uscita di casa per chiedere aiuto e arrivata in piazza è stramazzata al suolo: la madre l'aveva raggiunta e aveva visto la figlia morente sul suolo. A quel punto l'uomo, preso da sensi di colpa, si era sparato uccidendosi.

Prima di quel giorno ai carabinieri non erano giunte denunce, nemmeno confidenze o segnalazioni anonime che avrebbero potuto far ipotizzare ad un epilogo simile.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche: