Eventi e Turismo | 23 ottobre 2020, 17:13

Ormea: un successo l'escursione di solidarietà di "Monesi Young"

L'iniziativa si è tenuta domenica 18 ottobre

Ormea: un successo l'escursione di solidarietà di "Monesi Young"

Ormea, colpita e ferita dall’ennesima botta d’acqua, l’inverno è iniziato con i suoi brividi, ma domenica 18 ottobre, un cielo poco coperto con un po' di nebbia sulle cime, porta tanti escursionisti amici e conoscenti e non a camminare in valle Tanaro sulle alture di Quarzina, antichissima frazione di Ormea.

La camminata di solidarietà organizzata dall’asd Monesi Young di Imperia che ha come scopo “la valorizzazione dell’entroterra ligure di ponente e il territorio montano limitrofo, ed educare alla sua fruizione attraverso attività sportive e ricreative” con le guide naturalistiche ambientali Marina Caramellino, ex gestore del rifugio Pian dell’Arma di Caprauna che di solidarietà se ne intende e Claudio Zanardi.

Ci racconta la guida Marina Caramellino: come associazione non potevamo stare a guardare questo nuovo disastro, la disperazione di chi ancora una volta ha perso tutto, io personalmente a spalare fango e spostare alberi sarei stata solo d’impiccio. Con il direttivo abbiamo organizzato delle escursioni di solidarietà per la valle Argentina e l’alta valle Tanaro, realizzando la nostra attività. Ho molti amici a Ormea e anche quest’estate in collaborazione con il comune abbiamo organizzato escursioni per le famiglie, ci tenevo quindi ad aiutare. Deciso di dare il contributo alla Pro Loco che ha avuto diversi danni e deve ricomprare del materiale, con una passeggiata in una zona dove si può camminare in sicurezza e che vi consiglio. Partendo da Quarzina (frazione molto panoramica del comune di Ormea) si sale a San Giovanni la Colma per proseguire verso il laghetto del Lao, la croce dei Gasti, case Biranco e ritorno a Quarzina. Un pomeriggio molto partecipato che ci ha permesso di raccogliere ben € 450 che sono stati bonificati alla pro loco, un aiuto diretto, senza passaggi inutili, insomma come siamo abituati noi a darci da fare e ad aiutare.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: