Cronaca | 17 ottobre 2020, 14:20

"Graffitari pazzi" per le vie di Albenga: la rabbia dei Cittadini Stanchi

Il gruppo dei Cittadini Stanchi e il Controllo del Vicinato a fianco al Comune e alle Forze dell'ordine per identificare i responsabili di questi atti vandalici (FOTOGALLERY)

"Graffitari pazzi" per le vie di Albenga: la rabbia dei Cittadini Stanchi

"Graffitari" scatenati per le vie di Albenga. Naturalmente c'è una bella differenza tra pittori di talento che hanno saputo trasformare la "street art" in una forma di creatività di livello mondiale (Banksy è l'esempio più famoso) e l'imbecillità di qualche vandalo che scarabocchia muri e infrastrutture cittadine solo per il gusto della bravata o per lasciare un segno del proprio passaggio.

Questa situazione scatena l'indignazione dei Cittadini Stanchi, gruppo impegnato nella sicurezza e nel pubblico decoro della città di Albenga. Spiega Angelo Pallaro, a nome di tutto il gruppo: "Noi, in piena sinergia con i gruppi di controllo del vicinato, siamo pronti a dare tutto il nostro appoggio e la nostra collaborazione al Comune e alle forze dell'ordine per identificare questi vandali, quasi certamente minorenni. Perché questo scempio deve finire".

Continua Pallaro: "Da parte nostra piena soddisfazione e approvazione per il lavoro che il Comune sta facendo, con lo scopo di dare ai cittadini una Albenga sempre più nuova e più bella. Soldi pubblici vengono investiti per dotare la città di nuove fermate dei bus, nuovi contenitori per la raccolta differenziata e molto altro. Ma questi sforzi vengono vanificati da questi atti teppistici".

Da parte dei Cittadini Stanchi, dunque, piena solidarietà alle istituzioni, ma anche ai privati, come spiega Pallaro: "Questi ragazzi che sporcano e vandalizzano evidentemente non si rendono conto di quanto costa, oggi, rifare la facciata di un palazzo. I residenti dei condomini stanno affrontando sacrifici per essere parte di questo progetto di riqualificazione e abbellimento di Albenga che ci vede tutti coinvolti, il pubblico e il privato. Non è ammissibile che il tempo, il lavoro, la fatica, i soldi spesi vengano vanificati da atti di puro teppismo".

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche: