Eventi e Turismo | 11 settembre 2020, 18:00

“Nous vous retrouvons enfin”, il cartellone dell’Opéra Nice Côte d´Azur

Il programma completo di tutta la stagione dell’Opéra e la presentazione degli spettacoli del mese di settembre. Rinviato lo spettacolo inaugurale

“Nous vous retrouvons enfin”, il cartellone dell’Opéra Nice Côte d´Azur

Alle 18 di ieri tutto quanto é andato all'aria, proprio mentre ci si apprestava allo spettacolo di apertura: "una catastrofe" é stato il commento giunto dall'Opéra di Nizza.

E dire che anche lo slogans era in linea con una ripartenza quanto mai attesa: “All'Opéra Nice Côte d´Azur… Tutti si incontrano!
Che piacere presentare la nuova stagione 2020-2021, quella del rinnovo: dieci opere, concerti, balli e sorprese con Akhnaten, Werther, La Bohème, Macbeth, L'Or du Rhin, The White Lady
”, con queste parole Bertrand Rossi, Direttore Generale dell’Opéra Nice Côte d’Azur firmava la "brochure" di presentazione del cartellone della stagione 2020 – 2021.
Un momento difficile, ma anche la necessità di una ripartenza, con parametri modificati, tanta cautela, ma anche tanto entusiasmo per dare spazio alla cultura, alla musica, all’arte pura, pur fra tutte le misure di sicurezza possibili.

Il calendario completo della stagione 2020 2021 è inserito al fondo di questo articolo.

Il mese di settembre prevede quattro appuntamenti:

Il primo, del 12 e 13 settembre 2020 : Spectacle d'Ouverture - Les grands tubes de la nouvelle saison, é stato rinviato.

Si cercherà di capire cosa ne sarà degli altri tre spettacoli previsti nel mese di settembre

16 settembre 2020 – Concert hommage au Comte de Cessole
Concerto sinfonico: in occasione dell'edizione in facsimile di un'importante opera del Conte de Cessole, filantropo e amico delle arti di Nizza: l’Orchestre Philharmonique de Nice, sotto la guida di Frédéric Deloche, invita il pubblico a un concerto sotto forma di viaggio sulle ali del romanticismo.
Romanticismo italiano con Paganini, Bottesini e Verdi, francese con Berlioz e Gounod, tedesco con Wagner e la sua sublime Mort d’Isolde, o anche, il più raro, Félix Godefroid, compositore belga che ha rivoluzionato il mondo dell'arpa.
Durante questo concerto i ruoli vocali saranno affidati ad Anne Calloni (soprano) e Hyoug-Geun You (tenore) mentre davanti alla tastiera del pianoforte ci sarà Roberto Galfione e gli altri strumentisti solisti saranno Hildegarde Fesneau per il violino, Fabrizio Bruzzone per il contrabbasso e Cécile Maudire per l'arpa.

18 e 19 settembre 20 - Le Ballet Nice Méditerranée au Théâtre de Verdure
Per dare il via alla stagione artistica sul palco del Théâtre de Verdure venerdì 18 settembre (ore 21) e sabato 19 (anche ore 21) il Ballet Nice Méditerranée, diretto da Eric Vu An, propone un trittico.
Prima con una suite, coreografata da Eric Vu An, di Sylvia, un'opera fondamentale nella storia della danza. In questo balletto, eseguito per la prima volta nel 1876 in occasione dell'inaugurazione del Palais Garnier a Parigi, il successo derivò dal nuovo rapporto tra musica e danza.
Un pas de deux, in questo caso quello di Belong, caratterizzerà la seconda parte del programma. Un pas de deux in grado di sottolineare l'esperienza di due danzatori. Belong è stato ideato da Norbert Vesak nel 1980.
Infine, lo spettacolo sarà concluso da Oceana che Lucinda Childs ha creato appositamente per il Ballet Nice Méditerranée nel 2011. La ripetizione dei gesti e la loro moltiplicazione hanno conducono ad una danza fluida che trae la sua forza e la sua estetica dal suo eterno ricominciare.

26 e 27 settembre 2020 - Festival d'Opérette “No, No, Nanette”
Nell'ambito del 19° Festival dell'Operetta, la Città di Nizza e l'Opéra de Nice Côte d´Azur presentano No No Nanette.
Dalla sua prima nel 1925 a Broadway, questo musical, con la musica dell'artista americano Vincent Youmans, non ha mai smesso di raccogliere premi e incontrare i favori del pubblico su entrambe le sponde dell'Atlantico.
Che ci si trovi, prima, in un appartamento di New York o, poi, in una casa in riva al mare nella famosa località balneare di Atlantic City, le incomprensioni proliferano, i colpi di scena abbondano e le porte sbattono perché Jimmy Smith, ricco editore di Bibbie, pur rimanendo innamorato di sua moglie Suzanne, sostiene finanziariamente tre giovani e belle donne che desidera, il tutto mentre accoglie sotto il suo tetto Nanette, la sua nipote orfana, molto innamorata del suo ragazzo, ma che sogna di poter, prima di sposarsi, scoprire certe sfaccettature del mondo.
Tutto condito da buon umore con canzoni dall'inizio alla fine, in particolare due "standard" universali: Tea for two et I want to be happy.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche: