Eventi e Turismo | 10 settembre 2020, 09:00

“Il était une voie” è a La Turbie, un tuffo nell'epoca romana dedicato alla Via Julia Augusta

Si svolge allo Espace Jean Favre - Salle Corail 17 Place Neuve con ingresso gratuito

“Il était une voie” è a La Turbie, un tuffo nell'epoca romana dedicato alla Via Julia Augusta

Dopo Mentone e Beausoleil, la mostra “ Il était une voie” le voyage des romains en Riviera, dedicata alla Via Julia Augusta è approdata a La Turbie , presso Espace Jean Favre - Salle Corail 17 Place Neuve. La mostra ruota intorno a venti opere e propone di rivivere la costruzione di questo famoso percorso risalente al XIV secolo a.C. e quella, avvenuta molti anni dopo, dei comuni costieri.

Una nuova museografia

Con il suo arrivo a La Turbie, l'intera organizzazione della mostra è stata rimodellata per adattarsi allo spazio e ripercorre la storia emblematica del Mont des Mules e dell'imperatore Augusto, nipote di Cesare, grazie a una scenografia modernizzata e delle opere recuperate da collezioni private, dal Centre des Monuments Nationaux, dal Museo di Nizza-Cimiez, dalle città di Antibes e Mentone.

Tra i pezzi esposti, il busto della Dea Brigantia, sottilmente evidenziato e delle monete di bronzo, tesoro della famiglia Barbati, scoperto a Beausoleil nel 1963, che trovano un posto d'onore al centro della mostra. Accompagnati dai documenti archivistici della città su Fontdivina e sul guado romano dell'Arma, queste opere si combinano perfettamente con la proiezione dell'ologramma del Trofeo in 3D, nonché con il cortometraggio d'animazione che rivela uno dei grandi segreti del cammino: la sua disposizione lungo la Riviera.

Ingresso gratuito - www.riviera-francaise.fr

C.S.

Ti potrebbero interessare anche: