Il Nazionale

Cronaca | 20 febbraio 2024, 15:24

Bugo rifiuta scuse e 3 mila euro di risarcimento, Morgan: "Il perdono è una virtù" (video)

La lite al Festival 2020 tra i due cantanti in tribunale a Imperia

Bugo rifiuta scuse e 3 mila euro di risarcimento, Morgan: "Il perdono è una virtù" (video)

Bugo rifiuta le scuse di Morgan e i 3 mila euro di offerta di risarcimento. In Tribunale a Imperia si è svolta una nuova udienza davanti al giudice Marta Maria Bossi relativa alla vicenda che ha coinvolto Bugo e Morgan durante il Festival di Sanremo 2020.

Cristian Bugatti, in arte Bugo, tutelato dall’avvocata Donatella Cerasi del Foro di Milano, ha denunciato per diffamazione il compagno di Kermesse Marco Castoldi, difeso dall’avvocata Rossella Gallo del Foro di Milano.

L'INTERVISTA

A essere contestate delle frasi ingiuriose pronunciate da Morgan (tra cui “dilettante”, “figlio di p…na", “incapace di tenere il palco”, “pronto a vendere la madre per il successo”, “uno che non ce la farà mai”) nei giorni successivi al Festival in una conferenza stampa e nel programma televisivo “Non è la D’Urso”. Il cantautore avrebbe rilasciato le interviste dopo il noto teatrino che li portò alla squalifica: i due erano in gara con la canzone “Sincero”, ma durante la quarta serata del Festival, Morgan cambiò il testo senza preavviso, Bugo lasciò, così, il palco tra l’incredulità dei presentatori.

Oggi, in aula, Morgan si è scusato personalmente, dopo averlo fatto pubblicamente sul Corriere della Sera e in Rai, ma Bugo non ha accettato le scuse e ha rigettato l’offerta di risarcimento di 3 mila euro: “Mi sono sentito distrutto completamente dal punto di vista emotivo su quel palco, successivamente vedere usato il mio nome in queste trasmissioni davanti a milioni di persone ha creato un disagio psicologico enorme”, ha spiegato il cantante ascoltato in aula.

La pm Tiziana Berlinguer ha sottolineato: “L’importo offerto è inferiore rispetto all’entità del danno e le scuse non sono equiparabili alla cassa di risonanza avuta dalle ingiurie proferite”.

La cosa che mi ha fatto molto effetto è che Bugo non mi abbia nemmeno salutato. Da una parte c’è la mia posizione umana e dialogante dall’altra parte qualcosa di un po’ inquietante -ha commentato Morgan dopo l’udienza - C’è chi vuole essere disponibile al dialogo, anche a un riallacciamento del rapporto dall’altra parte no. Quando le scuse vengono date chi le rifiuta compie qualcosa di poco umano, il perdono è una virtù”.

Abbiamo due giudizi paralleli un giudizio civile che riguarda il cambio del testo e violazione dei diritti di autore, ma qui noi siamo per delle espressioni che lui ritiene diffamatorie, ma che noi abbiamo contestualizzato e che a nostro avviso non sono diffamatorie. Ritenevamo questa offerta congrua in proporzione al contesto in cui sono state proferite, non ci è mai stato riferito quale poteva essere il danno subito. Chiaramente non possiamo che andare avanti”, ha spiegato l’avvocata di Morgan, Rossella Gallo.

La prossima udienza è stata fissata al 30 aprile. 

Sara Balestra

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: