Il Nazionale

Cronaca | 01 dicembre 2023, 12:25

Alba, due giovanissimi arrestati per spaccio di cocaina tra il parco San Cassiano e l'H Zone

Un 18enne di nazionalità albanese è stato giudicato per direttissima e condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con pena sospesa. Denunciato anche un connazionale 19enne: nella sua abitazione oltre 300 grammi di stupefacente

Alba, due giovanissimi arrestati per spaccio di cocaina tra il parco San Cassiano e l'H Zone

Non conosce soste l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti da parte dei Carabinieri di Alba. 

Nel pomeriggio dello scorso 24 novembre, durante un servizio di controllo all’interno del Parco San Cassiano, un cittadino albanese di diciotto anni è stato sorpreso dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alba mentre tentava, alla vista dei militari, di disfarsi di quelle che si sono rivelate essere ventitré dosi di cocaina. Il giovane è stato tratto in arresto in flagranza di reato ed il giorno successivo è stato giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Asti e condannato a 5 mesi e 10 giorni di reclusione, con pena sospesa

Nel pomeriggio del 28 novembre, la scena si è ripetuta pressoché identica presso il Parco H Zone: un cittadino albanese di diciannove anni è stato sorpreso dai Carabinieri in possesso di undici dosi di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione del sospettato ha consentito di rinvenire ulteriori 313 grammi circa di cocaina, due bilancini e vario materiale per il confezionamento, una pistola giocattolo privata del tappo rosso, oltre a 1.310 euro considerati provento dell’attività delittuosa.

Il giovane è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Asti in attesa di giudizio direttissimo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il Parco H Zone e il Parco San Cassiano sono molto frequentati dai cittadini albesi con bambini, e nel primo caso è assai prossimo a una scuola (il locale liceo scientifico), ragione per cui l’Arma dei Carabinieri ha incrementato i controlli e la propria presenza in zona, nel tentativo di restituire una maggiore tranquillità ai cittadini. 

Redazione

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: