Politica | 25 novembre 2021, 13:58

Bozzano ("Cambiamo"): "Il risarcimento per i danni causati dagli animali selvatici deve essere certo"

Il consigliere regionale ha presentato un ordine del giorno con cui si chiede al presidente Toti e alla Giunta ligure di intervenire presso il Governo affinché si proceda all’istituzione di un fondo apposito

Bozzano ("Cambiamo"): "Il risarcimento per i danni causati dagli animali selvatici deve essere certo"

"Ho portato l’argomento all’attenzione del consiglio regionale con un Ordine del Giorno, con cui chiedo che si intervenga presso il Governo per richiedere l’istituzione di un fondo apposito". Così Alessandro Bozzano, consigliere regionale di "Cambiamo".

"Purtroppo sempre più spesso ci troviamo a leggere articoli di incidenti provocati da cinghiali o caprioli lungo le strade dell’entroterra, ormai scendendo sempre più vicino alla costa - prosegue Bozzano - La cosa peggiore è che, finita la paura per l’incidente, l’automobilista entra in un vortice di burocrazia per cercare di ottenere un rimborso al danno subito, spesso di grande rilevanza. Ancora più difficile la situazione quando l’incidente, e purtroppo è già capitato più volte, arriva a provocare danni fisici ai passeggeri del mezzo. Per arrivare ad ottenere un risarcimento, è necessario aprire una causa presso il Tribunale competente, ma la qualificazione giuridica della selvaggina dà luogo ad innumerevoli interpretazioni giurisprudenziali e ci si imbatte così sul muro della burocrazia. A essere poco chiaro è chi sia il soggetto passivo chiamato a coprire il risarcimento, con un incastro di competenze tra lo Stato, la Regione e persino gli ambiti territoriali di caccia quali soggetti giuridici gerenti la parte terminale dell’attività amministrativa in tema di attività venatoria".  

"Ciò entra in conflitto con il Codice Civile stesso che, all’articolo 2043 e successivi, richiede certezza almeno nei confronti del soggetto passivo. Da qui la mia proposta presentata con un Odg che sarà discusso in aula, con cui si chiede al nostro presidente Toti e alla Giunta regionale di intervenire presso il Governo affinché si proceda all’istituzione di un fondo apposito, istituendo presso l’Istituto nazionale delle assicurazioni la tipologia della risarcibilità del danno a cose e/o a persone causalmente riconducibile ad animali selvatici" conclude infine il consigliere regionale di "Cambiamo".

Ti potrebbero interessare anche: