Eventi e Turismo | 20 ottobre 2021, 09:52

Chelsea Manning e la sua lotta per la verità: sul palco sale l'Antigone Web di Francesca Brizzolara

La drammaturga e attrice canavesana in scena il 23 ottobre alle 21 al Cafè Muller

Chelsea Manning e la sua lotta per la verità: sul palco sale l'Antigone Web di Francesca Brizzolara

Chelsea Manning ha scontato sette anni di carcere negli Stati Uniti per aver passato informazioni riservate a Wikileaks: è colei che ha dato la fama a Julian Assange, con la più grande fuga di notizie segrete mai verificatasi negli Stati Uniti. In prigione ha deciso di cambiare sesso, e, da quando è uscita, sta portando avanti la sua lotta per la libertà di informazione e per la trasparenza dei governi.

Il monologo Antigone _WEB. E così tu sei Manning! - Studio, interpretato da Francesca Brizzolara di Tecnologia Filosofica, è un tributo al coraggio e alla forza di un personaggio eccezionale, un viaggio attraverso la sua vita. Sarà portato in scena il 23 ottobre alle ore 21 presso il teatro Café Müller di Torino, nell’ambito della stagione teatrale 2021/22. I biglietti per lo spettacolo sono acquistabili su Vivaticket al link: https://www.vivaticket.com/it/biglietto/antigone-web/166260

E così tu sei Manning! è un primo studio realizzato nell’ambito dello spettacolo Antigone_WEB, progetto vincitore del Bando Wiki Teatro Libero indetto da Wikimedia Italia a fine 2020.

“Tutti conoscono Assange e la sua storia, ma pochi sanno che la sua notorietà è dovuta all’opera di Chelsea Manning – spiega l’attrice -. L’idea dello spettacolo è nata dal bando indetto da Wiki Teatro Libero che proponeva di portare in scena testi brevi su personaggi contemporanei che avessero come focus il tema dell’accesso libero alla conoscenza, estensione del concetto informativo di Open Source. Nella storia di Manning si intrecciano la lotta sull’identità di genere con quella per il diritto all’informazione, temi mai tanto attuali: oggi, a seguito della pandemia globale, non sappiamo dove si trovi esattamente la verità. Moderna Antigone, più volte ha tentato il suicidio”.

L’idea da cui nasce lo spettacolo è di dare corpo al racconto in prima persona, regalando al pubblico il brivido della scelta di Chelsea Manning, che decide di dire la verità in nome dell’integrità morale, utilizzando un linguaggio scenico essenziale, uno studio accurato delle luci, e lasciando spazio al ruolo fortemente evocativo del piano sonoro, realizzato ad hoc dal dj e sound maker Marco Foresta.

Daniele Angi

Ti potrebbero interessare anche: