Eventi e Turismo | 28 settembre 2021, 18:32

Al cinema teatro Magda Olivero di Saluzzo andrà in scena "First love"

Il film, di e con Marco D'Agostin, è un grande tributo al primo amore e alla fantastica carriera di Stefania Belmondo. L'appuntamento, su prenotazione, è previsto per venerdì 1 ottobre

Al cinema teatro Magda Olivero di Saluzzo andrà in scena "First love"

È un grande tributo al primo amore e alla straordinaria carriera di Stefania Belmondo, che con le sue vittorie ha fatto sognare tantissimi italiani e fondisti, lo spettacolo "First love" di e con Marco D’Agostin, che andrà in scena venerdì 1 ottobre al Cinema Teatro Magda Olivero di Saluzzo.

È il penultimo appuntamento della stagione organizzata da Piemonte dal Vivo e dal Comune di Saluzzo.

È la stessa Stefania Belmondo, campionessa olimpica piemontese, a occuparsi della consulenza scientifica dello spettacolo, di e con Marco D’Agostin.

"La scelta di mettere in scena lo sci di fondo nella sua essenza è una enorme opportunità per far conoscere di più questa disciplina. Marco D’Agostin inoltre, in quanto fondista riesce a esprimere bene questi concetti e questo sport con grande maestria, attraverso il movimento, la danza e il teatro.

Inoltre è un ottimo strumento per far capire che lo sport è veramente un insegnamento per la vita. È un insieme di regole e valori, che fatti propri si ribaltano nella vita di tutti i giorni. Se non abbiamo regole, nello sport come nella vita, diventa tutto difficile e si finisce per essere senza bussola; e il teatro prevede la medesima disciplina.

Quando ho visto per la prima volta lo spettacolo ho rivissuto con immensa emozione la vittoria alle Olimpiadi, grazie alla capacità eccezionale di Marco di riprodurre tutto con maestria", racconta Stefania Belmondo.

"First love" è un risarcimento messo in busta e indirizzato al primo amore. È la storia di un ragazzino degli anni ’90 al quale non piaceva il calcio ma lo sci di fondo. Anche la passione per la danza, di cui non conosceva alcun movimento, lo induceva a replicare quelli dello sci, in camera sua, inghiottito dal verde perenne di una provincia del Nord Italia.

Quel ragazzo ora cresciuto, non più sciatore ma danzatore e mosso da un'attitudine competitiva alla coreografia, ha incontrato il suo mito di bambino, la campionessa olimpica Stefania Belmondo, ed è tornato sui passi della montagna. È giunto il tempo di gridare al mondo che quel primo amore aveva ragione d’esistere, che strappava il petto come e più di qualsiasi altro.  

In una rilettura della più celebre gara della campionessa piemontese, la 15km a tecnica libera delle Olimpiadi di Salt Lake City 2002, "First love" si fa grido di vendetta, disperata esultanza, smembramento della nostalgia.

L’ingresso singolo, su prenotazione, sarà al costo di 18 euro, ridotto 15.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: