Eventi e Turismo | 20 settembre 2021, 12:17

Sanremo: tra i sentieri di villa Ormond si respira cultura, è iniziata la Settimana del Cassini (Foto e Video)

Cinque giorni di eventi, incontri e musica tra il parco e piazza Borea d’Olmo

Sanremo: tra i sentieri di villa Ormond si respira cultura, è iniziata la Settimana del Cassini (Foto e Video)

Un consiglio: da oggi e per una settimana provate a fare una passeggiata la mattina nel parco di villa Ormond. Lì, tra storia e natura, si sentirà parlare di ambiente, fisica, ma anche rispetto del prossimo, dinamiche dei social, comunicazione, musica.
È la Settimana del Cassini, evento organizzato dagli studenti per gli studenti, in occasione dei 160 anni del prestigioso Liceo matuziano. 

I ragazzi hanno messo mano a tutta la loro buona volontà, armati di spirito di iniziativa, per mettere in piedi una settimana di manifestazioni tra il parco della villa e piazza Borea d’Olmo.

Questa mattina sono iniziati gli appuntamenti a villa Ormond, una serie di ‘tappe’ dove gli studenti troveranno loro ‘colleghi’ pronti ad affrontare le tematiche più disparate. Alla prima mattinata di lavori ha preso parte anche l’assessore alla Cultura del Comune di Sanremo, Silvana Ormea, visibilmente entusiasta per la riuscita dell’iniziativa.

Le interviste

La Settimana del Cassini è a tutti gli effetti un format che può (e deve) essere ripetuto anche nei prossimi anni, quando gli attuali rappresentanti saranno all’università e qualcuno avrà raccolto la loro preziosa eredità. E il Comune deve essere pronto a tendere la propria mano.

Tutte le informazioni, il calendario e ogni dettaglio della Settimana del Cassini cliccando QUI.


Il programma
Piazza Borea d'Olmo

Lunedì 20 ore 21
“L'impegno non può aspettare”
Intervento del sindaco Alberto Biancheri, degli assessori Costanza Ormea e Silvana Ormea, del dirigente scolastico, Claudio Valleggi, e dei rappresentanti d'istituto.
Talk-show con Maddalena Mizzoni sull'importanza dell'impegno sociale e politico, anche e soprattutto per gli adolescenti. Intermezzi musicali dell'orchestra giovanile Note Libere
Martedì 21 alle 21
“Conversazione su Dante”
Intervento di Francesco Fadigati, scrittore, dantista, insegnante e dirigente scolastico: un excursus sulla figura di Dante Alighieri, anche in occasione dell'anniversario dei 700 anni dalla sua morte
Mercoledì 22 alle 21
“L'elemento umano”
Intervento di Stefano Schirato, fotoreporter: un percorso fotografico incentrato sull'uomo, nella sua evoluzione da Chernobyl a oggi
Giovedì 23 alle 21
“C'è (ancora) speranza per la scuola?”
Intervento di Elena Ugolini, sottosegretario al Ministero dell'Istruzione dal 2011 al 2013, insegnante e dirigente scolastico
Venerdì 24 alle 21
“Le origini di Calvino: Sanremo e il Cassini”
Intervento di Giuseppe Conte, poeta e scrittore, e Fabio Baricalla, filologo, pota e insegnante: alla scoperta dei luoghi narrati da Italo Calvino nelle sue opere ambientate tra le vie dalla Sanremo della prima metà del '900. 
Interventi musicali dell'orchestra Swing Kids, diretta da Freddy Colt.
Sabato 25 alle 21
Concerto finale - live di Tredici Pietro
primo set di Hamza Camo


BIOGRAFIE

Maddalena Mizzoni
Classe 2005 di Boville Ernica (FR), frequenta il Liceo Turriziani di Frosinone. È membro di Prime Minister, scuola di politica per giovani donne; nella scorsa estate ha prestato lavoro come volontaria in Ghana. 

Francesco Fadigati 
Nato nel 1981 a Sanremo, è insegnante, scrittore, dantista e Dirigente Scolastico presso il centro scolastico di Calcinate “La Traccia”, in provincia di Bergamo. Prima della sua carriera lavorativa Fadigati è stato studente e Rappresentante d’Istituto del Liceo G.D. Cassini. Dal 2016 fa parte del comitato scientifico che insieme a Franco Nembrini sta redigendo il commento integrale della Divina Commedia pubblicato da Mondadori. Dal 2017 svolge il compito di Rettore dell’istituto.

Stefano Schirato
È un fotoreporter bolognese, ha collaborato con note testate come The New York Times, CNN, Newsweek Japan, Al-Jazeera, Vanity Fair, Le Figaro, Geo International, Burn Magazine, National Geographic e L’Espresso. Schirato è anche docente presso la scuola di fotografia Mood Photography di Pescara, di cui è socio fondatore.

Elena Ugolini
Già sottosegretario al Ministero dell’Istruzione dal 2011 al 2013, è Dirigente Scolastico presso il Liceo Malpighi di Bologna. Durante il suo incarico al Malpighi coordina la nascita e lo sviluppo del laboratorio didattico "La Fisica in moto" all'interno dell'azienda Ducati (ora inserito nelle azioni di sistema del Piano Nazionale Lauree Scientifiche promosso dal MIUR e aperto a tutti gli studenti italiani ed europei).

Giuseppe Conte
Classe 1945, è poeta, drammaturgo, traduttore, critico letterario e giurato al Premio Strega. Tra le sue numerose e apprezzatissime pubblicazioni c'è anche il romanzo "Dante in Love", edito da Giunti nel 2021, che celebra i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Conte è stato anche amico di Italo Calvino, forse il più celebre tra coloro che hanno frequentato il Liceo G.D. Cassini di Sanremo.

Fabio Barricalla
È scrittore, filologo ed insegnante. Ha sviluppato negli anni nuove tecniche di insegnamento di successo che lo hanno portato a pubblicare insieme ad alcuni studenti "Formiche in fila indiana", edito da Lo Studiolo, casa editrice di cui Barricalla è anche nel comitato editoriale. Fabio Barricalla ha frequentato il Liceo G.D. Cassini sia come studente che in veste di insegnante. 

Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori Note Libere
La Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori “Note Libere” nasce a Sanremo nel 2013, e si compone di un gruppo strumentale giovanile la cui età varia tra gli 8 e i 20 anni. I ragazzi si sono esibiti, tra gli altri, al Teatro Ariston di Sanremo nell’ambito della manifestazione La Giornata della Legalità, al Festival Internazionale della Musica FIM di Genova, alla Sala Estense di Ferrara, al Teatro di Tresigallo (FE), al Teatro Filodrammatici di Cremona, al Festival teatrale di Borgio Verezzi e in Francia (Île Sainte Marguerite, Menton, Le Cannet). Tra le partecipazioni di maggiore rilevanza, quella al Premio Tenco 2017 al Teatro Ariston al fianco del cantante Giuliano Sangiorgi. Recentemente l’Orchestra ha eseguito opere di notevole importanza e spessore artistico col Coro Troubar Clair: Sunrise Mass del compositore norvegese Ola Gjeilo, il Requiem di Gabriel Fauré e Septem Ultima Verba del compositore newyorkese Michael John Trotta esibendosi, in prima assoluta in Europa, sotto la bacchetta del compositore, a Napoli (Basilica di San Lorenzo Maggiore) e a Roma (Basilica Papale di San Paolo fuori le mura e Chiesa dei Santi XII Apostoli), riscuotendo sempre ottimi consensi di pubblico e di critica. La giovane orchestra ha realizzato nel 2019 una serie di Concerti nella Provincia di Imperia con l’Orchestra Giovanile della Comunità europea di Bruxelles durante la Settimana Santa.

Swing Kids - Orchestra Stabile dello Swing
L’Orchestra Stabile dello Swing, nata nel 2016 come laboratorio per i giovani talenti del jazz ponentino, è ormai una consolidata realtà musicale in cui militano alcuni tra i migliori musicisti del territorio ligure. Fin da subito il direttore artistico e “chef d’orchestra” Freddy Colt ha indirizzato il repertorio della band sulla riscoperta di autori e musiche sincopate italiane tra gli anni 30 e gli anni 50, soprattutto in ottica strumentale ma anche con l’apporto di cantanti. 

Tredici Pietro
Classe 1997, al secolo Pietro Morandi, nasce a San Lazzaro di Savena, piccolo comune in provincia di Bologna. Esordisce nel mondo della musica nel 2018 con il singolo “Pizza e Fichi”, che ha raccolto 4milioni 800mila visualizzazioni su YouTube. L’anno successivo, l’artista si fa conoscere al grande pubblico annunciando il suo primo disco, “Assurdo”.   Nel 2021 esce il suo ultimo EP dal titolo “X Questa Notte”, grazie al quale riscuote un enorme successo: con questo raggiunge quasi mezzo milione di ascoltatori mensili sulla piattaforma di streaming musicale Spotify. Ad oggi ha un contratto con la casa discografica Universal, una delle più grandi major dell’industria musicale.

Hamza Camo
Sanremese classe 2002, al secolo Hamza Soummade, inizia ad appassionarsi alla musica rap nei primi anni in cui frequenta il Liceo G.D. Cassini, facendo uscire dei freestyle su Instagram. Nella primavera del 2021 esce il suo primo singolo “Maruego”, che parla delle sue origini marocchine: in poco tempo raggiunge oltre le 5000 visualizzazioni su You Tube e i 6000 ascolti su Spotify. Hamza Camo decide di promuovere su Instagram i suoi progetti musicali, apprezzati per le sue elaborate linee melodiche. Infatti, accompagnato da un videoclip, nell’estate pubblica il pezzo “BUIO x2”, che raccoglie 2000 views. È con queste premesse che Hamza Camo si presenta a “La Settimana del Cassini” dove, oltre ai pezzi citati, canterà dal vivo anche alcuni inediti.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche: