Eventi e Turismo | 20 settembre 2021, 10:59

"Raccontarti, atto finale!", a Borgata Paraloup un evento teatrale per famiglie curiose e viaggiatrici

Appuntamento domenica 26 settembre

"Raccontarti, atto finale!", a Borgata Paraloup un evento teatrale per famiglie curiose e viaggiatrici

Domenica 26 settembre nella rinata borgata partigiana di Paraloup, oggi nuovo centro
culturale ad alta quota e presidio enogastronomico, si svolgerà la giornata conclusiva del progetto "Raccontarti" finanziato dalla Fondazione Crc nell’ambito del bando
Musei da vivere 2010, ideato e realizzato dall’Impresa Sociale Paraloup, dalla
Cooperativa Momo e dalla Compagnia Il Melarancio.

Dopo una fase di incontri in borgata con le famiglie, nei mesi di maggio e giugno, in cui si sono affrontati ed esplorati - a partire dalle numerose storie e testimonianze contenute nel nuovo Museo dei Racconti realizzato dalla Fondazione Nuto Revelli nell’ambito del progetto Interreg-Alcotra Migracion - i temi del viaggio, del cibo e dell’intercultura, ha preso forma un nuovo racconto, che andrà in scena sul palco di Paraloup: lo spettacolo teatrale, dal titolo “Nomadi nel vento -parole e pensieri di un'umanità che non vuole fermarsi", vuole essere un momento performativo che non dà risposte, ma cerca di aprire domande, sulle difficoltà e sul piacere di vivere del nostro contemporaneo.

Cos’è infatti che, oggi come ieri, spinge l’uomo a muoversi, a lasciare la propria casa? Ci si muove per diletto per andare alla scoperta dell'altro e per scoprire se stessi, o per necessità, in cerca di un luogo sicuro o nella speranza di trovare una terra promessa? Lo spettacolo sarà così un’occasione per stare insieme e mettere in comune parole, pensieri e cibo.

Nel corso della giornata, oltre alla performance teatrale, con testi e regia di Gimmi Basilotta, direttore artistico della Compagnia Il Melarancio, che si terrà alle 14,30, ci
saranno altri importanti momenti di condivisione: l'appuntamento è alle ore 1 1 al Chiot Rosa, per salire tutti insieme a piedi a Paraloup accompagnati dalla musica di Prisma Banda.

Una volta in borgata, un rituale simbolico, proprio come avveniva in passato nei piccoli centri di montagna: la cottura del pane nel forno di comunità, che poi verrà
condiviso con i partecipanti nel momento di pic-nic collettivo.

Inoltre, ogni famiglia avrà l’occasione di partecipare all’attività “Ritratti di famiglia nel bosco” curata dal fotografo Luca Prestia, che ne ritrarrà i componenti in uno spazio
boschivo intorno alla borgata, in modo che le figure umane possano “fondersi” con il
contesto circostante, in una sorta di abbraccio tra uomo e natura, in un’ideale unione tra ambiente e presenza umana, in un luogo fortemente intriso dei valori che ne hanno segnato la storia.

Gli scatti saranno poi donati alle famiglie in formato digitale come ricordo dell’esperienza vissuta e potranno andare ad arricchire il racconto del museo.

La partecipazione alla giornata è gratuita con una sola speciale richiesta: portare con sè un frutto da condividere con gli altri.

Per il ritorno al Chiot Rosa è prevista una navetta gratuita a partire dalle ore 16
La prenotazione è obbligatoria compilando il form online:
https://forms.gle/D1nzZtC5xRUqag9e8

Per informazioni contattare il numero +39 340 984 8801 o via email progetti@paraloup.it
L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative sanitarie anti-Covid19. Green Pass obbligatorio per i maggiori di 12 anni.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: