Politica | 17 settembre 2021, 18:44

Certosa, commissione itinerante sul prolungamento della metropolitana. Ecco come andranno avanti i lavori (FOTO e VIDEO)

La metropolitana arriverà fino in via Canepari, dove è previsto il tronchino di inversione per lo scambio dei treni oltre il capolinea

Certosa, commissione itinerante sul prolungamento della metropolitana. Ecco come andranno avanti i lavori (FOTO e VIDEO)

Il comune di Genova è in attesa dell'esito del finanziamento da 150 milioni di euro richiesto per il cosiddetto quinto asse sul trasporto pubblico che dovrà integrarsi con il prolungamento della metropolitana fino a Rivarolo. Ne hanno parlato l'assessore Matteo Campora e l'ingegnere Manuela Sciutto ai cittadini di Certosa nel corso della commissione consiliare itinerante, oggi aperta ai comitati, durante la quale sono stati resi noti i dettagli del progetto.



Prossimamente verrà messo a punto un info point, non più al mercato, come si pensava in un primo momento, ma alla casa del quartiere, in via Certosa 13. Campora ha anche auspicato la convocazione di una nuova commissione in un luogo al chiuso, in cui esporre più ampiamente il progetto e rispondere alle domande dei cittadini.

Per quanto riguarda i lavori, l'ingegner Puppo ha spiegato che la metro partirà dal viadotto di Brin, dove verranno demolite le ultime quattro campate del viadotto. Dopodiché verrà costruito un nuovo impalcato in discesa, in quota ferrovia dalla quinta pila del viadotto a San Bartolomeo della Certosa.

Lunedì 20 partirà la demolizione dell'edificio di via Ariosto 2, da dove i lavori proseguiranno a raso. E' prevista la costruzione di un tunnel sul tracciato in grado di mitigare l'impatto acustico, anche se, alcuni cittadini hanno lamentato un altro impatto, ovvero quello visivo. Il tunnel non sarà trasparente, come richiesto da qualcuno dei presenti, ma avrà intelaiature metalliche con pannelli.

La metropolitana arriverà fino in via Canepari, dove è previsto il tronchino di inversione per lo scambio dei treni oltre il capolinea. In quel tratto non è previsto il posizionamento di barriere fonoassorbenti. "La velocità dei treni in quel tratto sarà comunque ridotta, ma sono previsti muri lungo il tunnel per la mitigazione acustica", ha spiegato l'ingegnere.

Nelle more del finanziamento richiesto per il quinto asse, che riguarderà la Valpolcevera, il comune spera di ottenere fondi per integrare alla metropolitana un collegamento fino a piazza Martinez, con l'acquisto delle unità di trasporto che vadano a integrare quelle esistenti.

"L'importante per noi è essere presenti, non raccontare frottole, né fare promesse che non si possono mantenere", ha commentato Campora.

La commissione si era già riunita la scorsa settimana, ma l'esclusione dei comitati dei cittadini aveva fatto scattare la protesta, con conseguente rinvio della riunione.

"L'altra volta non ci hanno voluto fare entrare, oggi sì, quindi è già una vittoria. - ha commentato Enrico D'Agostino, presidente del comitato Liberi Cittadini di Certosa - Al termine della commissione chiederemo ai presenti le loro impressioni. Per quanto riguarda i lavori sulla metropolitana direi comunque che stanno andando avanti, mentre sulla ferrovia il progetto è fermo in attesa della valutazione di impatto ambientale. Quando uscirà il progetto definitivo noi saremo attenti con le osservazioni".

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche: