Cronaca | 13 gennaio 2021, 20:32

Divieto di asporto dopo le 18 per rischio movida? A quell’ora piazza Vittorio “dorme” già [FOTO e VIDEO]

Temperature rigide, molte attività chiuse e crisi economica: a Torino, prima del nuovo Dpcm, non sembra esserci alcun rischio di assembramento nella zona della movida

Divieto di asporto dopo le 18 per rischio movida? A quell’ora piazza Vittorio “dorme” già [FOTO e VIDEO]

Si avvicina la stretta per i bar i locali torinesi: per decisione del Governo, infatti, a partire da sabato 16 gennaio un nuovo Dpcm introdurrà il divieto di asporto dopo le ore 18.

Un provvedimento fortemente contestato dagli esercenti, che hanno promesso in più casi disobbedienza civile, e che l’esecutivo ha motivato con la volontà di porre fine alla movida e a possibili assembramenti. Inevitabile porsi quindi la domanda: ma a Torino, in pieno inverno e con temperature piuttosto rigide, in piena pandemia, esiste ancora una movida serale?

Piazza Vittorio Veneto, luogo in cui storicamente i locali servono drink e aperitivi di ogni genere, si presenta pressoché deserta a quell’ora. Vetrine chiuse, serrande abbassate e poche persone in giro nonostante la zona gialla e la regola del divieto di asporto dopo le 18 non sia ancora attiva. 

Da questa situazione, probabilmente, si genera la rabbia delle associazioni di categoria, pronte a parlare di accanimento del Governo contro le imprese e gli aperitivi. Aperitivi che a Torino sembrano essere finiti da un po’ di tempo.

 

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche: