Sport | 22 maggio 2020, 07:00

Calcio, Savona. La stagione è conclusa, ora i tifosi chiedono rassicurazioni sul futuro

L'ultimo motivo di preoccupazione è il coinvolgimento dell'imprenditore Ivan Turola nell'inchiesta sulla sanità siciliana

Calcio, Savona. La stagione è conclusa, ora i tifosi chiedono rassicurazioni sul futuro

La chiusura ufficiale dei tornei dilettantistici avvenuta l'altro ieri ha fatto riemergere di colpo tutte le preoccupazioni dei tifosi del Savona per il futuro del club biancoblu.

Il silenzio radio da parte della proprietà e dei suoi rappresentanti permane ormai da mesi, ma è evidente che a stretto giro di posta un segnale alla piazza dovrà essere lanciato, in ottica della prossima stagione.

Tranne qualche comunicato di circostanza postato su Facebook (il sito ufficiale è ancora "In manutenzione" nonostante le rassicurazioni di una pronta riattivazione nella prima conferenza stampa del presidente Sgubin) i giocatori e mister De Paola attendono ancora indicazioni concrete, complice l'espressa volontà, nonostante una stagione più che travagliata, di rimanere al "Bacigalupo".

Una permanenza che deve corrispondere a precise garanzie economiche e a un progetto sostenibile nel corso degli anni, senza picchi o cadute come il ritiro a 5 stelle di Champoluc o il blitz dei giocatori in Terza Commissione per denunciare le manchevolezze dei vertici societari.

Nelle ultime ore, inoltre, ad acuire il malumore della piazza è arrivato il coinvolgimento dell'imprenditore milanese Ivan Turola nell'inchiesta che ha sconvolto la sanità siciliana; un malumore generato dalla presenza del manager in alcune trasferte (nella foto a Verbania) al fianco dei vertici societari, seppur Turola non abbia mai ricoperto ruoli ufficiali all'interno del Savona Fbc.

Al netto di nomi o situazioni particolari, chi vuole bene al Savona attende segnali tangibili nel breve periodo: il sipario sul campionato è calato, ora è tempo di guardare alla stagione 2020/2021.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: