Politica | 22 maggio 2020, 15:50

Olivieri (presidente Provincia Savona): "L'emergenza non è finita, non abbassiamo la guardia"

Dal presidente provinciale un bilancio sulla riunione di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Olivieri (presidente Provincia Savona): "L'emergenza non è finita, non abbassiamo la guardia"

Il presidente della Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri, annuncia di avere scritto una lettera al Prefetto di Savona, al Questore di Savona, al sindaco del Comune di Savona, a tutti i sindaci dei comuni della provincia e ai comandanti dei Carabinieri, della Polizia Stradale e della Guardia di Finanza di Savona.

Nel testo si legge: "Ho appena partecipato alla riunione di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica alla presenza del Signor Prefetto, del Signor Questore, delle Forze dell'Ordine e del Sindaco di Savona.

L'incontro ha evidenziato la necessità, bene espressa dalle parole del Nostro Prefetto, di ribadire alle Nostre Comunità il rispetto delle regole di distanziamento sociale e l'assoluto divieto di assembramento. Ricordo a Tutti Noi che dopo il lungo periodo che ci ha visto vivere e condividere sacrifici che hanno coinvolto i nostri Cari, le nostre Famiglie e le nostre Comunità, oggi, proprio in virtù di quelle restrizioni, siamo entrati nella “Fase 2”. Un inizio di percorso volto a raggiungere la tanto attesa normalità, ma che non ci deve fare abbassare la guardia.

L'emergenza non è finita, per questo motivo ritengo sia doverosa, da parte di Tutti Noi, anche a sostegno dell'immenso lavoro portato avanti in questi momenti difficili dalle Forze dell'Ordine, a cui vanno il mio plauso e la mia gratitudine, un'azione sinergica di informazione ai Cittadini a che si prosegua con attenzione e rispetto delle regole: distanziamento sociale e divieto di assembramento, fiduciosi che i corretti comportamenti ci condurranno, insieme alle Nostre Comunità, più velocemente verso la tanto attesa “Fase 3”. Uniti riusciremo sicuramente a garantire i nostri Territori"

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche: