Politica | 25 marzo 2020, 18:30

Finale, il gruppo "Le Persone al Centro" al sindaco Frascherelli: "Fornisca maggiori informazioni sui contagi da Covid-19"

La replica del primo cittadino: "E’ un dato di cui non dispongo. Siamo in una situazione di pandemia per la diffusione del virus. Questa è la ragione per cui occorre rimanere in casa"

Finale, il gruppo "Le Persone al Centro" al sindaco Frascherelli: "Fornisca maggiori informazioni sui contagi da Covid-19"

A Finale Ligure botta e risposta via social tra il gruppo di minoranza "Le persone al centro" e il sindaco Ugo Frascherelli.

"Caro Sindaco, molti Comuni hanno scelto di comunicare ai propri Cittadini il mero dato numerico dei "positivi" nell'ambito del proprio territorio - inizia così il post pubblicato sulla pagina Facebook della minoranza finalese - Tale dato non invaderebbe certo la sfera privata delle persone (condizione assolutamente ineludibile) potendo invece eliminare sul nascere pettegolezzi e allarmistici dati che impropriamente vengono diffusi. Non sappiamo se la mancata comunicazione dipenda esclusivamente dall' ASL di appartenenza, ma è da ritenere che il semplice "spacchettamento" dei dati regionali quotidianamente diffusi non costituisca un gravoso impegno per nessuno, partecipando invece ad una migliore consapevolezza dei nostri concittadini. Siamo certi condividerai il proposito e saprai quindi adoperarti presso i vertici dell'azienda sanitaria per ottenere maggiori informazioni".

Il primo cittadino, "taggato" nel post, non ha tardato a rispondere commentando:

"E’ un dato di cui non dispongo. Se un cittadino viene ricoverato in Ospedale e trovato positivo al Covid 19 la circostanza è riferita alla sua famiglia, al suo medico e alla Asl di appartenenza ma non al Sindaco del suo Comune di residenza. Quello che Asl comunica al Sindaco è solo la proposta di adottare una ordinanza di quarantena obbligatoria nei confronti di persone asintomatiche che hanno avuto contatti con un positivo ma non viene specificato dove e come sono entrati in contatto con un positivo; quindi il contatto può anche essere avvenuto fuori Finale. Siamo, lo dice l’Organizzazione mondiale della sanità, in una situazione di pandemia (pan=tutto, demos =popolo) per la diffusione del virus. Questa è la ragione per cui occorre rimanere in casa e limitare allo stretto indispensabile le uscite dalla propria dimora: lavoro, salute, spesa. Solo così possiamo impedire la diffusione del virus e contenere i ricoveri. Un caro saluto".

Alle parole del sindaco ha fatto seguito un nuovo intervento del gruppo "Le persone al centro":

"Sappiamo bene che non è un dato di cui disponi, come più volte hai ribadito nei tuoi comunicati. Ci chiedevamo però se il primo cittadino non potesse attivarsi presso la Sedi competenti, come è successo in altre zone e sotto asl diverse, affinché il dato venga scorporato. A nostro avviso, questo eviterebbe la caccia all’untore e i pettegolezzi che da giorni circolano. Peraltro, è una richiesta fatta non solo dai cittadini finalesi, ma anche da quelli dei comuni limitrofi ai propri sindaci".

Al momento lo scambio di opinioni via social termina qui. Vedremo se nelle prossime ore ci sarà una nuova replica da parte del sindaco Frascherelli.

redazione

Ti potrebbero interessare anche: