Cronaca | 14 febbraio 2020, 18:33

San Donato, escrementi nella “Cabina dell'arte diffusa”

Ancora vandalizzata l'ex cabina telefonica di Piazza Peyron trasformata in galleria d'arte dall'associazione Tribù del Badnightcafè. Il presidente D'Antonio: “Sospendo l'attività”

San Donato, escrementi nella “Cabina dell'arte diffusa”

Non c'è pace per la “Cabina dell'arte diffusa” di Piazza Peyron, nel cuore del quartiere San Donato.

L'ex cabina telefonica, trasformata in galleria d'arte e gestita dall'associazione Tribù del Badnightcafè in convenzione con la Circoscrizione 4, ha infatti subito l'ennesimo attacco. Questa volta, però, i vandali hanno superato loro stessi, lasciando come “ricordo” addirittura escrementi umani.

L'ennesimo spiacevole episodio ha portato alla decisione drastica di chiudere la cabina a tempo indeterminato. Le motivazioni sono spiegate da un biglietto firmato dal presidente dell'associazione Daniele D'Antonio.

“A fronte del reiterato furto di libri - si legge – e dell'imbrattamento doloso l'associazione, in accordo con la Circoscrizione, ha provveduto a inibire l'accesso e la fruizione della cabina stessa sospendendo qualsiasi attività programmata e l'accesso del pubblico al book-crossing”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche: