Politica | 16 gennaio 2020, 10:30

#Cuneo: quelle strisce che mancano e rendono impossibile ai pedoni attraversare corso Francia (FOTO)

Il problema è all’incrocio con via Giordanengo. Ce lo segnala un residente del quartiere San Paolo. Ma il cittadino evidenzia anche la questione riguardante altre strisce - questa volta verdi - tracciate sui marciapiedi accanto alle strade che portano alla Scuola Primaria di largo Bellino

#Cuneo: quelle strisce che mancano e rendono impossibile ai pedoni attraversare corso Francia (FOTO)

Un abitante del quartiere San Paolo di Cuneo ci segnala un paio di problemi esistenti nella zona.

Il primo riguarda la mancanza di strisce pedonali all’incrocio tra corso Francia e via Giordanengo (FOTO 1). Essendo il corso molto frequentato nei due sensi di marcia, e con gli automobilisti piuttosto veloci nel transito, il pericolo per i tanti pedoni, che escono dal quartiere o entrano in quell’area, è costante.

Infatti, le prime “zebrate” disponibili sono distanti centinaia di metri: verso San Rocco Castagnaretta di fronte al Campo Sportivo Scolastico di atletica (FOTO 2) e in direzione del centro cittadino davanti alla fermata dei bus (FOTO 3) vicino alla rotonda dell’incrocio con corso Gramsci e l’ingresso alla Est-Ovest.

Di conseguenza, i pedoni all’altezza di via Giordanengo, dove ci sono anche i locali della Croce Rossa e l’ambulatorio della Guardia Medica, hanno solo due possibilità: o attraversare corso Francia a loro rischio (FOTO 4 e 5) e raggiungere l’altra lato della strada dove esiste una pista sufficientemente larga per camminare in sicurezza (FOTO 6) oppure proseguire lungo il tratto dissestato e senza marciapiede che passa dinanzi alla Caserma Montezemolo (FOTO 7, 8 e 9). 

“Si tratta - spiega il residente - di una storia assurda e incredibile che si trascina da almeno sette anni. Ho più volte chiesto all’Amministrazione comunale di tracciare le strisce. E una lettera raccomandata del 4 maggio 2017, in cui sottolineavo di nuovo la difficoltà, non ha ancora avuto risposta. Io comunque continuo a sperare che prima o poi qualcuno si faccia vivo e risolva il problema”.

La seconda questione posta dal cittadino riguarda le strisce verdi tracciate sui marciapiedi di fianco ad alcune strade del quartiere che portano alla Scuola Primaria di largo Bellino (FOTO 10 e 11). “Dovrebbero servire - dice l’abitante - per guidare i bambini a raggiungere l’Istituto. Il punto di raduno è segnalato da un palo metallico a forma di matita, anch’esso di colore verde. Però, fino allo scorso anno gli scolari del San Paolo venivano raggruppati e accompagnati alla Primaria da una persona adulta. E il servizio ha funzionato molto bene”.

A questo punto il residente pone un paio di domande all’Amministrazione comunale: “Da adesso in avanti i bambini dovranno forse cavarsela per conto loro e con il solo ausilio delle strisce verdi? Ma se così non fosse e continuasse ad esserci una persona che li accompagna, a che servirebbero le nuove tracciature colorate?”.

I cittadini del quartiere San Paolo attendono una risposta.

Sergio Peirone

Ti potrebbero interessare anche: