Eventi e Turismo | 12 settembre 2019, 10:47

Bordighera influenzata dalla festa giapponese "Keiro no Hi" istituisce una giornata dedicata agli anziani, prima edizione il 16 settembre

Bordighera influenzata dalla festa giapponese "Keiro no Hi" istituisce una giornata dedicata agli anziani, prima edizione il 16 settembre

“La volontà di dedicare un momento di festa e ringraziamento ai residenti più longevi ha origine dalla profonda convinzione che l’esperienza di vita e la memoria siano la base fondamentale su cui costruire il futuro.”

Questo il pensiero del Sindaco di Bordighera, Vittorio Ingenito che ha così annunciato l'adesione alla Keiro no Hi, letteralmente ˝la giornata dedicata agli anziani˝. Si tratta di una festa tradizionale giapponese che omaggia la terza età e che per la prima volta si festeggerà anche nella città delle palme il 16 settembre. 

“L’ispirazione per la celebrazione si è poi in qualche modo rafforzata nello scoprire che in Giappone il terzo lunedì del mese di settembre è dichiarato, ormai da anni, giorno festivo nazionale espressamente rivolto agli anziani: è Keiro no Hi, letteralmente ˝la giornata dedicata agli anziani˝E’ nata così la ricorrenza che avrà luogo per la prima volta il prossimo 16 settembre e che, nelle intenzioni dell’Amministrazione, entrerà nel calendario annuale cittadino” - puntualizza Ingenito

La Giornata del Rispetto degli Anziani – Keiro no Hi si svolgerà sotto il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano. Il programma si articolerà in due appuntamenti. "Il primo, alle ore 11.00, con la visita presso la Casa di Riposo Fondazione San Giuseppe e con la consegna di un riconoscimento agli ospiti ultranovantenni della struttura. Successivamente, alle ore 17, presso l’ex Chiesa Anglicana, si terrà la cerimonia ufficiale in cui la Città esprimerà il suo grazie alla sua popolazione più anziana; anche in questa sede è prevista la consegna di un riconoscimento, riservato sia a coloro che hanno compiuto 90 anni tra il 1° gennaio e il 16 settembre 2019 sia agli ultracentenari" - spiegano dal Comune di Bordighera.

“Sarei felice - continua il Sindaco Ingenito - se questa festa diventasse, anche al di là dei momenti di ufficialità, l’occasione per stringersi davvero intorno a chi ha così tanto da raccontare e da insegnare: ogni attimo di memoria è prezioso, e merita di essere condiviso con chiunque sia pronto ad ascoltare con partecipazione e ammirazione".

Ti potrebbero interessare anche: