Il Nazionale

Politica | 02 aprile 2024, 17:22

Elezioni Sanremo: Massimo Rossano nella lista di Andiamo "Esperienza importante, dispiace per quanto accaduto"

"La mia presenza nell’Amministrazione Biancheri è stata esclusivamente tecnica, senza nessuna connotazione politica, apportando il mio sostegno professionale ai conti del Comune e alle partecipate"

Elezioni Sanremo: Massimo Rossano nella lista di Andiamo "Esperienza importante, dispiace per quanto accaduto"

L’ufficialità è di fatto arrivata venerdì scorso, ma oggi Massimo Rossano si è presentato a fianco di Maurizio Zoccarato, confermando la sua adesione ad ‘Andiamo!’, la lista civica dell’ex sindaco di Sanremo, che sostiene Gianni Rolando alle prossime elezioni Amministrative di giugno.

I rumors sul passaggio di Rossano nelle fila del centrodestra si sono rincorsi per mesi nei corridoi della politica matuziana, ma solo nelle ultime ore sono stati praticamente confermati. Venerdì scorso l’ormai ex assessore al bilancio della giunta Biancheri è stato esautorato dalla carica, proprio dopo l’annuncio della conferenza stampa di oggi.

“Oggi ufficializziamo l’ingresso di Massimo Rossano nella nostra lista – ha detto Zoccarato che, prima di essere stato Consigliere ed Assessore, è un amico. Stiamo costruendo la lista con persone capaci, con voglia di fare e che trasmettano energia positiva ai sanremesi. Noi non andiamo contro nessuno ma nella direzione che vuole migliorare la città, dare una scossa ad alcuni settori che sono in crisi e crediamo che, con l’apporto di Massimo, la squadra abbia acquistato valore e un elemento indispensabile per l’inizio di questo campionato”.

La fedeltà di Rossano a Zoccarato non è certo un segreto nel mondo della politica locale e così la sua scelta sembra affondare le radici proprio nella reciproca stima e nella decisione di correre insieme contro la sua ormai ex squadra.

“Ringrazio Maurizio – dice Rossano e voglio sottolineare che, l’esperienza conclusa la settimana scorsa, è stata frutto dell’innamoramento politico, tra Maurizio Zoccarato ed Alberto Biancheri. Ricordo ancora adesso la riunione con diversi esponenti che mi sollecitavano a candidarmi con la lista ‘Insieme’. E’ stata un’esperienza importante e, venerdì scorso, ho accolto con dispiacere la decisione del sindaco, perché avevo ancora da fare un paio di cose prima di terminare il mandato. Tra queste il bilancio, che ho redatto insieme al Dirigente Cinzia Barillà e mi sarebbe piaciuto portarlo in Consiglio. Giovedì scorso ho ufficializzato ad Alberto Biancheri la mia scelta di candidarmi con ‘Andiamo!’. La mia presenza nell’Amministrazione Biancheri è stata esclusivamente tecnica, senza nessuna connotazione politica, apportando il mio sostegno professionale ai conti del Comune e alle partecipate. Abbiamo trascorso cinque anni difficili, all’interno dei quali anche il Covid, che è stato particolarmente impattante nell’economia locale. Non dimentichiamo l’azzeramento della percentuale del trasferimento dal Casinò al Comune, con la messa in sicurezza della società. Alla luce delle decisioni prese dal presidente Ghinamo ha generato importanti cifre che ora vanno a beneficio della collettività. Su queste decisioni c’è la mia firma ed ora voglio andare avanti in una lista dinamica, che vede persone che possono dare un contributo importante a questa città. Servono persone capaci ed energiche, per lavorare in ogni settore. Posso dire di essere felice di essere ‘tornato a casa’ e dispiace di aver letto di essere stato incoerente. Un concetto che lascio ad altri, visto che dopo aver smesso nel 2018, sono stato coinvolto proprio da Zoccarato. Sono assolutamente sereno e sono sicuro di non essere io l’incoerente”.

Dopo il siluramento di Ethel Moreno anche Rossano è stato allontanato dalla attuale maggioranza: “Io non ho mai criticato Alberto Biancheri – ha detto Zoccarato – ma, quanto accaduto mi ha stupito, perché il sindaco ha sempre sostenuto di non schierarsi, dando il ‘liberi tutti’. Posso capire la scelta su un Consigliere comunale che potrebbe votare contro ma, allora, ci sarà anche la cacciata di Gorlero da Amaie Energia e della Artusi dal Casinò, visto che sono in piena campagna elettorale con Fulvio Fellegara. Mi auguro che non accada perché un sindaco, spinto dalla sua maggioranza, è stato costretto a mandare via Rossano. Forse è meglio per Rossano fare la campagna fuori dalla giunta, che per la Tonegutti, visto che la città fa schifo. Noi non vogliamo assolutamente criticare le scelte di Alberto Biancheri, anzi lo rispettiamo proprio in queste ore che precedono la presentazione del bilancio di fine mandato”.

C’è stata, in questi ultimi mesi, la possibilità che Biancheri sostenesse il centrodestra alle prossime elezioni? “Prima della campagna elettorale – ha detto Zoccarato - ho incontrato alcune volte Alberto Biancheri, come alcuni esponenti di ‘Anima’. Era il 2023. Ho evidenziato come fosse importante unire persone capaci per creare uno schieramento comune. C’è chi ha fatto bene e chi ha fatto male in questa amministrazione. Sindoni ha lavorato bene al turismo, mentre ad esempio Menozzi e la Tonegutti decisamente meno”.

Per concludere Rossano ha commentato così la scelta di ritirare le sue deleghe in Giunta: “Ho sempre visto Alberto Biancheri ‘gestire’ la maggioranza, ma questo nel venerdì Santo non è accaduto. Io ho parlato con diversi esponenti della maggioranza dopo venerdì e mi hanno detto che hanno appreso degli accadimenti dai giornali e non dal sindaco”. E su questo è intervenuto Zoccarato: “Sembra chiaro non sia stata una scelta di Alberto, quella su Rossano, ma di qualcuno che si candida”.

Lei si vede come futuro Assessore al Bilancio: “Ora bisogna far vincere Rolando - risponde Rolando - che è la priorità assoluta. Al momento non mi vedo Assessore al Bilancio e, solo dopo si parlerà di tutto il resto. Ora bisogna vincere con un buon risultato e dobbiamo portare un messaggio alla cittadinanza, per portare una visione, che Gianni ha e che mi piace. La sostengo e la presenza di Maurizio è particolarmente positiva per il bene di Sanremo nei prossimi 10 anni. Io sono disponibile anche a fare il Consigliere comunale oppure da esterno per dare un contributo”.

Carlo Alessi

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: