Il Nazionale

Eventi e Turismo | 23 giugno 2022, 17:52

Taggia: sabato appuntamento con la storia, tornano la rievocazione del consiglio comunale del 1625 e le sequelle

La manifestazione è organizzata dal comitato San Benedetto con il patrocinio del Comune e in collaborazione con i rioni Ciazo, Orso, Paraxio, Piazza Nuova, Santa Lucia, San Dalmazzo San Sebastiano e Trinità.

Taggia: sabato appuntamento con la storia, tornano la rievocazione del consiglio comunale del 1625 e le sequelle

Sabato, alle 21, in piazza Trinità a Taggia si terrà la rievocazione del consiglio comunale del 1625. La manifestazione è organizzata dal comitato San Benedetto con il patrocinio del Comune e in collaborazione con i rioni Ciazo, Orso, Paraxio, Piazza Nuova, Santa Lucia, San Dalmazzo San Sebastiano e Trinità. 

Il Consiglio Comunale in questione ricorda il voto fatto 397 anni fa, in seno al Consiglio degli Anziani e del Parlamento di Taggia, quando si fece la solenne promessa di onorare San Benedetto Revelli in perpetuo per aver salvato la comunità tabiese durante la Guerra dei Trent'anni, quando il ponente ligure era interessato dalla lotta tra il Ducato di Savoia e la Repubblica di Genova. Un momento suggestivo che vedrà coinvolti i figuranti rigorosamente in costume d'epoca. 

Inoltre, sarà anche l'occasione per la consegna delle 'Sequelle', l'onorificenza che premia il volontariato e l’azione a favore della comunità. Premio che andrà alla Protezione Civile locale e alle persone meritevoli indicate dai singoli rioni, eccoli: 

Rione Orso - Antonella Bignone

Rione Trinità - Patrizia Bargi

Rione Parasio - Antonio Speranza. 

Rione San Dalmazzo - alla memoria di Giuseppino 'Pepin' Fidale

Rione Ciazzo - Sergio Annuzzi

Rione Piazza Nuova - Nicoletta Cino

Rione Pozzo - Flavio Barlucchi

Rione San Sebastiano - Miriam Barla

Rione Santa Lucia - Manuela Montalbano

Rione Pantano - Davide Maria Gandolfi

Si tratta di due momenti distinti nel panorama delle celebrazioni della cultura, del folklore e della storia di Taggia. Da un lato la rievocazione del Consiglio che di solito accompagna i tradizionali festeggiamenti di San Benedetto a febbraio e dall'altro lato, le Sequelle che vengono consegnate a dicembre e ricordano il giuramento di fedeltà e solidarietà che ogni cittadino ha nei confronti del paese e del podestà, così come iscritto ancora nello statuto del 1381. Si tratta di due appuntamenti con la storia molto attesi da tutta la comunità tabiese che ha dovuto rinunciare a questi festeggiamenti in questi anni di pandemia.   

Stefano Michero

Commenti

Ti potrebbero interessare anche: