Eventi e Turismo | 26 ottobre 2021, 07:32

La libertà di stampa esiste ancora? Ad Asti ne parla Peter Gomez

Il direttore del Fatto Quotidiano rifletterà con Alberto Pasta al circolo Nosenzo venerdì 5 novembre alle 21

La libertà di stampa esiste ancora? Ad Asti ne parla Peter Gomez

Nei giorni in cui si vota per eleggere il presidente dell'Ordine dei Giornalisti, un tema dibattuto e strettamente attuale è la libertà di stampa. Qual è il limite? Quali i doveri (ma anche i diritti) del giornalista di fronte alla verità o alla presunta verità nei confronti dei cittadini che hanno il diritto ad essere informati correttamente?

Una situazione problematica nel mondo

Nel mondo una situazione problematica secondo il rapporto Press Freedom Index, al primo posto della libertà di stampa c’è la Norvegia, con l'Europa che rimane in generale la regione più sicura per i giornalisti, mentre quella più problematica è senza dubbio l’Africa, dove 21 Stati su 48 sono rossi o neri (secondo la divisione a colori del rapporto). In questo continente negli ultimi dieci anni sono stati uccisi 102 giornalisti, metà dei quali in Somalia, il posto più pericoloso per i professionisti dell’informazione. Ma non il peggiore in assoluto per la libertà di stampa: all’ultimo posto c’è infatti l’Eritrea.

L'Italia non va benissimo

L'Italia si trova al 41° posto, tra Repubblica Ceca e Corea del Sud. Meglio di Stati Uniti (al 44°), Giappone (67°) e Russia (150°).

Sarà l'argomento sviscerato dal direttore del quotidiano 'Il Fatto Quotidiano', Peter Gomez, moderato dall'avvocato Alberto Pasta, venerdì 5 novembre alle 21.

L'incontro si terrà ad Asti, al Circolo Nosenzo di via Filippo Corridoni 51.

È necessario il green pass e prenotare la presenza inviando un messaggio al numero 335.6271284

L'evento organizzato dall'Assoclazlone culturale "Gugllelmo Pasta"

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche: