Sport | 24 ottobre 2021, 07:30

Metti un grande Varese a cena: le glorie biancorosse anni 70 al Vecchia Riva

Da Morini a Ramella, da Mayer a Grotto e ai campioni del mondo Gentile e Marini: tutti insieme si sono ritrovati attorno a un tavolo tra ricordi e sorrisi

Metti un grande Varese a cena: le glorie biancorosse anni 70 al Vecchia Riva

Si è svolta  presso il Ristorante Vecchia Riva una cena conviviale tra i calciatori che hanno scritto la storia gloriosa del Varese Calcio negli anni 70

A organizzarla l’ex biancorosso Fiorenzo Dariol, che al termine della sua carriera calcistica ha intrapreso la professione di ristoratore, gestendo per anni il suggestivo albergo adagiato sulle rive della Schiranna. 

Presenti al convivio i due campioni del mondo dei Mondiali di Spagna ‘82, Claudio Gentile e Giampiero Marini, che hanno ricordato alcuni simpatici aneddoti riguardanti la loro esperienza nel Varese allenato da Peo Maroso.

Tra i commensali anche Valmassoi, Morini, Ramella, Dolci, Calloni, De Lorentis, Bergamo, Andena, Pacchini, Mayer, Papini e la memoria storica calcistica varesina Mario Grotto. E con loro Luciano Lucchina, che inizio la sua carriera di giovane massaggiatore e fisioterapista proprio nelle squadre allenate da Maroso e Liedholm, per poi negli anni successivi laurearsi in medicina sportiva, lavorando di giorno e studiando di notte.

Lucchina fu un personaggio importante: con lui il Varese investì su un professionista autentico, non - come accadeva in altre società - su improvvisati “aggiusta ossi”. La sua professionalità, unita al lavoro qualificato di Arcelli, Begnis e Frattini, fu decisiva nelle guarigioni e nella preparazione dei calciatori, permettendo ad alcuni di essi di fare una gran carriera arrivando fino alla serie A e al tetto del mondo. 

Un solo assente alla bella serata, a causa di un infortunio: il capitano di allora, Ambrogio Borghi, cui il suo “vecchio” gruppo di amici e compagni ha augurato un pronto recupero.

Claudio Ferretti

Ti potrebbero interessare anche: