Eventi e Turismo | 15 settembre 2021, 12:26

Sanremo: con “Walking and listen through the flowers” il parco di villa Ormond diventa casa di arte, musica, performance e solidarietà (Foto)

Domenica “The Walk” con l’arrivo della piccola Amaìl

Sanremo: con “Walking and listen through the flowers” il parco di villa Ormond diventa casa di arte, musica, performance e solidarietà (Foto)

Villa Ormond protagonista di due progetti, che si intersecano per finalità e argomenti: “Walking and listening, through the flowers” (18,19 settembre) e “The Walk” con l’arrivo della piccola Amal (domenica 19 settembre).
Walking and listening, through the flowers”: nasce da un'idea di Fondazione Ausiliaria dell'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario - Villa Ormond con il contributo di Regione Liguria e la collaborazione di Comune di Sanremo, Accademia di Belle Arti di Sanremo, Floriseum - Museo del Fiore, Associazione Adventurers e Società Cooperativa Dem'Art. 

Nel parco di Villa Ormond è prevista la realizzazione di alcune postazioni in cui si esibiranno diversi artisti. Si tratta di un "percorso sensoriale" che accompagnerà il visitatore alla scoperta di uno dei parchi più rappresentativi d'Italia. L'intento è quello di coinvolgere i giovani sia in fase di progettualità e realizzazione degli eventi, sia in termini di utenza.
L'Accademia di Belle Arti di Sanremo con i suoi studenti, attraverso la realizzazione di 12 manichini, genererà un percorso volto ad evidenziare come bellezza e arte possano legarsi nella creazione di un vero e proprio filo conduttore. Il percorso proposto al visitatore sarà quindi ben evidenziato.

Le performance artistiche, che si terranno in sequenza, curate dall'associazione Adventurers e dalla società cooperativa Dem'Art, avranno luogo nelle 3 principali location del parco: l'area prativa prospiciente la statua della Primavera, la Palazzina Pedriali (straordinaria serra edificata negli anni '30) e il piazzale della stessa villa.

Il programma:

Sabato 18 settembre, dalle 17
Area prativa prospiciente la statua della Primavera
- dj set a cura di Wir Ium (Valerio Tudini, Sanremo)
- inizio opera murales (su legno) a cura di Pincel, muralista, tatuatore e pittore cileno di base a Barcellona
- stand di capi artigianali e usati, curato da Fran Grillo Costanzo, architetto, cilena, si dedica alle tematiche di recupero e riutilizzo applicate anche alla moda dove è attiva nella lotta contro la fast fashion industry
Palazzina Pedriali
- live di Luigi Arieta Live Trio di Sanremo
- punto ristoro con prodotti locali 

Domenica 19 settembre, dalle 17
Area prativa prospiciente la statua della Primavera
- live set a cura dei Media Jarana, musicisti peruviani e cileni di base a Barcellona, molto legati al movimento di arte murale contemporanea, di cui fanno parte e di cui sonorizzano alcune installazione
- termine opera murales (su legno) a cura di Pincel, muralista, tatuatore
- stand di capi artigianali e usati, curato da Fran Grillo Costanzo, architetto.
Palazzina Pedriali
- live set a cura di Alex Otta, trombettista italo-australiano. Ha collaborato con alcuni dei produttori di musica latin-jazz più influenti della scena
- punto ristoro con prodotti locali
Piazzale della Villa
- live dei Mirna Kassis Walk Ensamble, cantante di Damasco con band, per accogliere la piccola Amal, burattino alto 3,5 metri in grado di interagire con artisti e pubblico creato dalla celebre Handspring Puppet Company in rappresentanza di tutti i bambini sfollati.

Si tratta di un progetto di natura culturale ad ampio respiro (scultura, pittura, musica, street art), riproducibile e implementabile nel corso degli anni.
La collaborazione tra enti, realtà territoriali e soggetti privati consentirà di realizzare un'iniziativa in grado di incidere sullo sviluppo turistico regionale.
Si stima che l'evento possa contare su oltre 800 visitatori provenienti dal territorio, nonché su turisti italiani e stranieri.
Destinataria del progetto è un’utenza trasversale, con particolare attenzione alla fascia 18-35. 

La piccola Amal
Il 19 settembre Sanremo accoglierà “Il Cammino”, festival itinerante di arte e speranza a sostegno dei rifugiati, sotto la direzione artistica di Amir Nizar Zuabi, nel meraviglioso parco storico di Villa Ormond, che oggi è un polo di attrazione culturale e turistica internazionale.
Il Cammino sta coinvolgendo celebri artisti, importanti istituzioni culturali, gruppi comunitari e organizzazioni umanitarie, dal confine tra Siria e Turchia fino al Regno Unito, per creare una delle opere di arte pubblica più innovative e avventurose di sempre.
Al centro del Cammino c’è la Piccola Amal, una marionetta alta 3,5 metri che raffigura una giovane rifugiata, creata dalla celebre Handspring Puppet Company.
In rappresentanza di tutti i bambini sfollati, molti dei quali separati dalle loro famiglie, la Piccola Amal sta percorrendo oltre 8.000 km per incarnare un monito: “Non dimenticatevi di noi.”
In questo momento di straordinari cambiamenti globali, Il Cammino rappresenta una risposta artistica altrettanto straordinaria: un’odissea culturale che trascende i confini, la politica e la lingua per raccontare una storia nuova di umanità condivisa e per far sì che il mondo non dimentichi i milioni di bambini sfollati, ognuno con la propria storia, resi oggi ancora più vulnerabili dalla pandemia. La piccola Amal ha urgente bisogno del nostro aiuto e come lei tutti i giovanissimi rifugiati; vogliamo dare quindi un segno concreto contribuendo ad aiutare una piccola “Amal”: ci sarà un’installazione fotografica dedicata al “Cammino” con opere del fotografo Jacopo Gugliotta che potranno essere acquistate per regalare, attraverso una borsa di studio, un futuro ad una bimba profuga ospite di Caritas Sanremo.
Villa Ormond ospita gli uffici dell'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, un organismo privato, indipendente e senza fini di lucro fondato a Sanremo nel 1970, il cui primario obiettivo è quello di promuovere l'applicazione, lo sviluppo e la diffusione dei principi del diritto umanitario, fornendo nello stesso tempo un concreto contributo alla salvaguardia e al rispetto dei diritti dell'uomo nel mondo. L'organismo matuziano, che ha un ufficio di collegamento con le altre organizzazioni umanitarie internazionali a Ginevra, collabora fattivamente con istituzioni pubbliche e private impegnate nelle azioni umanitarie e con molte università e accademie di tutto il mondo.
Presenti questa mattina: Costanza Pireri, vicesindaco di Sanremo, Marco Scajola, assessore regionale, Sara Tonegutti, consigliere comunale e curatrice del progetto dedicato ad Amal, Livio Emanueli, fondazione villa Ormond e i rappresentanti dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche: