Politica | 14 settembre 2021, 18:34

Sanremo: trattative su 'Casa Serena', il Sindaco "Se non si troveranno soluzioni, l'unica possibilità sarà la revoca"

Ora la domanda sorge spontanea, ovvero: se la vendita di ‘Casa Serena’ (decisa nel 2019) non andrà in porto, come potrà essere approvato il bilancio? Difficile dare una risposta, visto che il Covid ha dato un’ulteriore mazzata alle casse comunali, fortemente penalizzate dagli sconti fatti sulle tasse.

Sanremo: trattative su 'Casa Serena', il Sindaco "Se non si troveranno soluzioni, l'unica possibilità sarà la revoca"

Il Sindaco ha preso atto della ‘fumata nera’, nonostante gli sforzi fatti per un passaggio importante mentre quello definitivo sarà sicuramente quello di venerdì in Prefettura: “Se, in quella circostanza sarà ufficializzato che non esistono le condizioni per andare avanti, non ci sarà altra possibilità che la revoca della cessione di ‘Casa Serena’ alla ‘My Home’”.

Venerdì la proprietà e i sindacati parleranno con il Prefetto e, successivamente, il Comune dopo le due diffide inviate alla proprietà, prenderà una decisione in merito. Ora la domanda sorge spontanea, ovvero: se la vendita di ‘Casa Serena’ (decisa nel 2019) non andrà in porto, come potrà essere approvato il bilancio? Difficile dare una risposta, visto che il Covid ha dato un’ulteriore mazzata alle casse comunali, fortemente penalizzate dagli sconti fatti sulle tasse.

Sicuramente l’Amministrazione dovrà riprendere tutto in mano e la situazione non sarà certo facile. Bisognerà recuperare tutte le risorse necessarie per ripristinare il servizio di ‘Casa Serena’, ma anche quelle economiche per far quadrare i conti di palazzo Bellevue. Sicuramente in Comune nessuno si aspettava una vicenda del genere, ad appena due settimane dalla cessione della Rsa di Poggio. "La priorità al momento è quella di mettere in sicurezza 'Casa Serena' - termina il Sindaco - e solo dopo penseremo al bilancio del Comune. Prima vengono gli ospiti e i dipendenti".

Al momento il 2021 potrà terminare senza particolari scossoni per le finanze del Comune ma, l’anno prossimo si dovranno trovare un paio di milioni che risiedono nel mancato incasso dalla vendita della casa di riposo, oltre ai maggiori costi che avrà palazzo Bellevue per la stessa. Senza dimenticare tutti quei lavori pubblici, manutenzioni, sottoservizi e manutenzioni straordinarie che erano state previste proprio con gli introiti derivanti dalla vendita della Rsa.

Si preannuncia quindi un autunno ‘caldo’ per l’Amministrazione comunale matuziana, che dovrà lavorare alacremente per la vicenda che diventa sempre più intricata, dopo il passaggio odierno.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche: