Sport | 04 maggio 2021, 09:33

Il Covid frena il ricordo degli Invincibili. Niente messa a Superga, tam tam dei tifosi: coloriamo di granata balconi e finestre

Preghiera recitata dal don Riccardo Robella al Filadelfia alle 16.40, alle 17 il momento del silenzio e della memoria. L'Associazione granata ToroMio presenta il progetto Biblioteca Granata online

Il Covid frena il ricordo degli Invincibili. Niente messa a Superga, tam tam dei tifosi: coloriamo di granata balconi e finestre

Niente salita della squadra a Superga, niente messa, niente lettura dei nomi di fronte alla lapide da parte di capitan Belotti. Da quest'anno, per decisione della Regione Piemonte, il 4 maggio è diventata la Giornata della Memoria del Grande Torino, ma il ricordo sarà forzatamente ridotto, come avvenne già nel 2020.

Cuore delle celebrazioni sarà, come dodici mesi fa, il Filadelfia, dove alle 16.40 il cappellano granata, don Riccardo Robella, ricorderà con una omelia gli Invincibili prima che alle 17, nell'orario del fatale schianto, ci sia il momento del silenzio e della memoria, là dove era nato il mito di Valentino Mazzola e compagni, che in quello stadio erano stati imbattuti per 100 partite.

E se c'è da scommettere che qualche tifoso andrà comunque a Superga (dove in mattinata è atteso il presidente Urbano Cairo assieme a una ristretta delegazione, per deporre una corona di fiori di fronte alla lapide), il tam tam partito sui social e sui gruppi dei tifosi è quello di esporre una bandiera, uno striscione, un qualcosa di granata sui balconi o alle finestre. Non sarà il flash mob ideato dodici mesi fa, sulle note di "Quel giorno di pioggia", la struggente canzone dei Sensounico, ma un modo per rafforzare il senso di appartenenza, anche in un periodo in cui non è possibile andare allo stadio o stare in nutrita compagnia (anche se domenica, all'esterno del Fila...).

In occasione della giornata del 4 maggio dedicata alla memoria del Grande Torino, l’Associazione granata ToroMio presenta il progetto Biblioteca Granata online. Si tratta di un catalogo che comprende le opere letterarie che hanno come tema il Toro; 329 i testi inseriti con tanto di scheda tecnica; un numero destinato a salire nel tempo. “Da tifoso granata ho sempre guardato con attenzione ai libri che riguardano la mia squadra del cuore. Quando sono diventato socio di ToroMio e componente del direttivo, ho espresso il desiderio di continuare un lavoro iniziato anni fa da Sabrina Gonzatto, scrittrice, giornalista e vicepresidente dell’Associazione; insieme, abbiamo portato avanti un lavoro minuzioso, di ricerca, di contatto con tanti autori e con le istituzioni", ha spiegato Paolo Cisella, ‘bibliotecario virtuale’ che dedica il suo lavoro al padre Aldo, mancato tre anni fa.

La rete creata dalla Biblioteca granata, ha un partner d’eccezione: la Libreria Belgravia. Un punto di riferimento per gli amanti della lettura, impegnata anche socialmente nella promozione dello sport come strumento formativo. Alla Belgravia, i fruitori della Biblioteca granata e di Mondogranata (un altro progetto di network dell’Associazione ToroMio presieduta dal medico Guido Regis) potranno acquistare alcuni dei testi del catalogo granata con un interessante sconto. 

Oggi gli invincibili saranno ricordati anche al Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata di Grugliasco, mentre ieri sera, prima della sfida contro il Parma, pur in un Olimpico a porte chiuse, non sono mancati gli striscioni fatti posizionare in precedenza dai tifosi per rendere omaggio alla storia: "4-5-1949, 4-5-2021: onore agli Invincibili", era scritto in bella evidenza nel vuoto della curva Primavera, mentre un altro striscione invitava la squadra di Davide Nicola a prendere esempio: "Quando indossate la maglia del Toro pensate sempre a loro...".

La formazione granata, pur soffrendo e senza entusiasmare, con il successo per 1-0 ha avvicinato l'obiettivo salvezza, salendo a +3 sul Benevento.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche: